L’etichetta d’origine dà respiro al mercato dell’olio

olive3Segnali di ripresa per il mercato dell’olio di oliva, dopo mesi di ribassi che avevano portato i prezzi dell’extravergine sotto la soglia dei 2 euro. I listini – in base alle rilevazioni dell’osservatorio economico di Unaprol – hanno registrato una fase di ripresa per tutte le categorie di qualita’ con rialzi anche del 25% per l’extravergine. Soprattutto e’ tornata a farsi sentire la domanda, con acquisti significativi di prodotto da parte di buyer italiani ed esteri. E mentre il mercato registra un aumento della domanda sulla scena si affaccia un nuovo protagonista: il consorzio I.O.O.%: italian olive oil, che mira a qualificarsi quale punta avanzata della filiera italiana dell’alta qualita’ dell’olio extra vergine di oliva. L’annuncio viene dal direttore di Unaprol Ranieri Filo della Torreche attribuisce il merito non allo stoccaggio privato, utilizzato in minima parte nella sola Spagna, ma all’ approvazione del regolamento comunitario che impone l’indicazione obbligatoria in etichetta dell’olio extravergine di oliva, misura che –afferma Filo della Torre – ha costretto parecchie aziende confezionatrici nazionali ad acquistare prodotto made in Italy.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.