L’Italia non dovrà pagare 10 milioni di euro alla Ue

Chiusa senza conseguenze un’indagine della Commissione Ue del 2008 che voleva addebitare all’Italia circa 10 milioni di euro. Lo rende noto l’Agea, ricordando che l’indagine aveva preso avvio a seguito dei rilievi effettuati dallo stesso organismo di certificazione dell’Agenzia che, per legge europea, deve certificare i conti degli organismi pagatori ai fini del rimborso delle spese degli aiuti comunitari sostenute dagli Stati membri per erogare gli aiuti agli agricoltori. La Commissione ha ritenuto valide le argomentazioni esposte da Agea in sede di procedura di infrazione e ha così definitivamente chiuso l’indagine che avrebbe potuto comportare l’addebito di 9.766.772,30 euro. “L’esito positivo – afferma il presidente Dario Fruscio – è avvenuto a seguito di una complicata procedura che ha confermato l’alta professionalità dell’Agenzia, che nel caso si è trovata a superare brillantemente i rilievi mossi dal suo stesso organismo di certificazione”. La chiusura positiva di questa indagine, conclude l’Agea, porterà alla chiusura favorevole di ulteriori indagini, per un importo di circa 2 milioni di euro, avviate dai servizi della Commissione europea e relative agli esercizi finanziari successivi.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.