La bagarre delle sagre del tartufo: l’Emilia-Romagna verso un elenco


Una cortesia di benvenuto alla nuova fiera del tartufo di Sant’Agata Feltria, uno dei sette comuni dell’Alta Valmarecchia da poco passati dalle Marche all’ Emilia-Romagna, ha scatenato una ‘guerra del tartufo’ in commissione regionale Territorio e ambiente, a difesa delle altre sagre, come Viano e Toano nel Reggiano o Savigno nel Bolognese. Il problema e’ che quel ‘saluto’ alla nuova fiera e’ contenuto nella relazione al progetto di legge che intende rilanciare il settore in Emilia-Romagna e adeguarlo alle nuove norme europee e nazionali, cambiate dall’ultima legge regionale di promozione che risale al 1991. Il consigliere regionale Mario Mazzotti (Pd), primo firmatario del testo siglato da tutto il proprio gruppo e nominato oggi relatore, ha dovuto affrontare in commissione un’agguerrita pattuglia di consiglieri di opposizione (Pdl, Udc e Lega nord) e ha dovuto precisare che il testo da’ lo stesso valore a tutte le manifestazioni, accusato ad esempio da Fabio Filippi e Gianguido Bazzoni del Pdl di agire ”dimenticandosi degli importanti eventi che si svolgono annualmente in molti comuni della regione”. Inoltre, un’udienza conoscitiva sul testo, chiesta dall’opposizione e dalle associazioni di settore per un confronto anche con gli Enti locali, e’ stata poi accolta sia dal relatore che da Gabriele Ferrari (Pd), che l’ha annunciata per il 3 febbraio. ”Per evitare ulteriori fraintendimenti – commenta Silvia Noe’ (Udc) – e’ opportuno togliere dalla relazione introduttiva la citazione del comune di Sant’Agata Feltria e la sua fiera quale vetrina nazionale, un imprimatur che potrebbe creare incidenti diplomatici. O si citano tutti, o nessuno”. La Noe’ ha comunque apprezzato che il relatore abbia ‘garantito’ che non si faranno preferenze. In commissione sono intervenuti anche Manes Bernardini (Lega nord) e Galeazzo Bignami (Pdl). Ferrari ha poi precisato che il testo conterra’ anche ”un calendario annuale di eventi legati al tartufo e la promozione di percorsi dedicati, la collaborazione della Regione con enti di ricerca e Universita’ per studi e sperimentazione, una Conferenza annuale e la Carta delle aree tartufigene”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.