La bruciatura dei residui di sfalci e potature in campagna non e’ reato

BasilicataÈ finalmente legge la norma, annuncia Coldiretti Ravenna, sulla combustione controllata in campagna del materiale agricolo e forestale derivante da sfalci e potature. La legge precisa che non si applicano le sanzioni connesse alla gestione dei rifiuti e nemmeno quelle previste per la combustione illecita dei rifiuti abbandonati. È consentita la combustione in piccoli cumuli ed in quantità giornaliere non superiore a tre metri steri per ettaro nelle aree, periodi ed orari individuati con apposita ordinanza del Sindaco competente per territorio.
Nei periodi di massimo rischio per gli incendi boschivi, dichiarati dalle Regioni, la combustione di residui vegetali agricoli e forestali è sempre vietata. “A questo punto – sottolinea il presidente Coldiretti Ravenna Massimiliano Pederzoli – appare indispensabile che i Comuni utilizzino questi mesi estivi, durante i quali l’attività di potatura è ferma e ogni combustione è vietata per via del rischio incendi, per elaborare le specifiche ordinanze che andranno a disciplinare a livello locale e in vista dell’autunno-inverno le corrette modalità di gestione di tali attività”. La nuova disposizione, contenuta nel pacchetto #campolibero accoglie molte delle proposte sostenute da Coldiretti e in particolare riconosce la sostanziale differenza tra le attività di gestione dei rifiuti e le consuetudinarie pratiche agricole di gestione sul luogo di produzione di piccoli quantitativi di scarti vegetali.
“Con questo provvedimento – commenta ancora Pederzoli – viene finalmente ricondotta a ragionevolezza la normativa che, assimilando la bruciatura del materiale di potatura o gli sfalci allo smaltimento di rifiuti su suolo agricolo, aveva reso inattuabile una pratica millenaria, peraltro spesso raccomandata quando si voglia contrastare la diffusione di pericolose malattie delle piante. Grazie alla costante azione svolta da Coldiretti – evidenzia il presidente – si è trovato un punto di equilibrio tra necessità di prevenzione dagli incendi, lotta allo smaltimento abusivo di rifiuti e innegabile necessità del mondo agricolo di provvedere, in molte situazioni, allo smaltimento sul posto di prodotti vegetali derivanti da normali pratiche agricole”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.