La calza della Befana e le ricette per i bambini

La tradizione vuole che si appenda sotto la cappa del camino, oppure al paiolo, ma anche appese alle sponde dei lettini o sui davanzali delle finestre. In alcune culture non c’e’ la calza, bensi cestini o ciotole, panieri o cappelli rovesciati, o anche scarpe e stivali vuoti da riempire. Ma la calza e’ certamente la tradizione piu’ diffusa: una vecchia leggenda narra che anche il re di Roma Numa pompilio avesse l’abitudine di appendere una calza in una grtta conosciuta solo da lui, per trovarla riempita non di doni ma di buoni consigli di una ninfa protettrice.
800 milioni di euro tra calze, dolci e regali : secondo telefono blu a tanto ammontano le spese dei regali per l’Epifania (-3% rispetto scorso anno ), di questi oltre 150 dedicati solo alle calze che saranno portate dalla vecchietta a oltre i 7 milioni di bambini (10 milioni di calze appese ai caminetti) lungo tutto lo stivale. Ancora una volta la Befana sarà meno ricca di Babbo Natale che ha portato qualcosa come 115 euro di regali in media per ogni bambino, mentre lei costerà 70 euro centesimo più o meno. La Befana più sentita nel Sud Italia è a Roma anche a Napoli e Bari e nel Nord particolarmente a Milano e Bologna e la Romagna ma un po’ in tutte le città d’Italia si festeggerà l’Epifania. Telefono Blu ricorda come la festa fu abolita per poi essere immediatamente reintegrata . Quest’anno è particolarmente vantaggiosa perché grazie ad essa è garantito il vero primo ponte dell’anno. Oltre 1 milione i bambini che festeggiano con i genitori lontano da casa (in vacanza ) . Vince il regalo tecnologico 60 a 40, un po meno però che con Babbo Natale ,la Befana infatti riporta ancora a qualcosa di più tradizionale. Un vero toccasana per gli stoccaggi inveduti di alcuni magazzini. C’è anche chi regalerà dei “buoni “ per una vacanza magari in montagna (settimana bianca). Sono 4 milioni gli italiani che si rimetteranno in marcia fra il 6 ed il 10 gennaio. Lombardi , Emiliano Romagnoli , Laziali ,Veneti fra i più vacanzieri. Questa volta chi parte ha una disponibilità media di 500 euro. Destinazion i al 48% in montagna , al 12% all’estero (di cui 6% mete esotiche il resto nelle capitali europee ) 28% seconde case soprattutto al mare , un buon 10% nelle città d’arte . I veri rientri avranno inizio con sabato pomeriggio ma soprattutto domenica pomeriggio sera .Il 70% si muove in auto , il 9% in aereo il restante fra treni e navi . Le città che si spopolano di piu’ nel week end sono Roma con 330mila , Milano con 300mila , Torino con 90mila , Bologna 70 mila , Firenze Genova Napoli 40mila , Bari e Cagliari 20 mila.
C’e’ anche una ricetta gustosa, che si richiama alla calza, ma di pasta frolla: 260 grammi di burro, 450 gr di farina, 1 limone, 1 cucchiaio di succo di limone, 1 uovo, 1 cucchiaino di timo e 140 grammi di zucchero. Unite farina, limone, zucchero e fate la pasta frolla unendo anche il timo, il burro, l’uovo e mettete tutto in frigo per 4 ore. Stendere poi la pasta frolla e fare una sfoglia sottile con una stampo per biscotti fate la forma della calza. Fare delle incisioni per poter passare il nastro colorato. Le calze vanno poi messe in forno per 15 minuti. Altra ricetta divertente e’ rappresentata dalle scopette dolci. In questo caso occorrono: 600 grammi di pasta frolla, 400 grammi di cioccolato fondente , 3 decilitri di panna fresca, 1 tuorlo d’uovo, caramello, zucchero a velo. Fare la sagoma di una scopa da befana e ritagliarla su un cartoncino (altezza circa 15 centimetri) . Ritagliare tante scopette dalla pasta frolla, disponetele poi su una placca con carta forno, sfrangiate la parte finale con un coltellino e spennellate con il tuorlo sbattuto con zucchero a velo. Sul manico va passato invece il caramello che lo rendera’ scuro come legno. Mettere in forno un quarto d’ora a 180° , poi lasciate raffreddare.Tritate il cioccolato e mettetelo nel pentolino del set da fonduta. Nel frattempo portate ad ebollizione la panna in una casseruola, poi versatela sul cioccolato, amalgamate bene e mettete il composto sul fornelletto acceso.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.