La campagna cede al cemento: ogni giorno 1000 ettari in meno di suolo agricolo


”Ogni giorno scompaiono quasi 1000 ettari di suolo destinato all’agricoltura: produzione agroalimentare, turismo e ambiente”. A lanciare l’allarme e’ Vittoria Brancaccio, presidente di Agriturist-Confagricoltura, precisando che ”tutti convengono sulla necessita’ di rilanciare il turismo valorizzando i nostri paesaggi e l’offerta enogastronomica; tutti convengono sulla necessita’ di tutelare le produzioni agricole italiane e di conservare il nostro patrimonio ambientale per difenderci dall’inquinamento e favorire l’ossigenazione dell’aria. Ma pochi sanno che tutto questo e’ fuori della realta”’. ”In 25 anni, fra il 1982 e il 2007, abbiamo perso 3,1 milioni di ettari di superficie agricola utile (Sau) e 5,8 milioni di ettari di superficie agricola totale (Sat) – segnala Agriturist sulla base di dati Istat – Parte di questa terra sottratta all’uso agricolo e’ stata convertita in bosco, ma 1,8 milioni di ettari sono stati mangiati irreversibilmente dal cemento, al ritmo medio di 200 ettari al giorno. Gia’ nel novembre 2008 il presidente di associazione chiese al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, di attivare immediatamente un’iniziativa governativa per affrontare efficacemente il problema, cosi’ come e’ avvenuto in altri paesi”. In Germania – ricorda Agriturist – dal 1999 vige una legge che obbliga, per nuove costruzioni, a recuperare almeno il 70% di suolo gia’ urbanizzato, e in Inghilterra una legge simile ha permesso la successiva crescita urbanistica di Londra senza rubare un solo ettaro alle campagne circostanti. ”Invece da noi – conclude Vittoria Brancaccio – autorevoli studi di urbanistica affermano che, quando saranno realizzati i piani di sviluppo territoriale gia’ approvati dai comuni per i prossimi anni, il ritmo di sottrazione di suolo all’agricoltura segnera’ un’ulteriore rilevante accelerazione”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.