La Commissione sementi nega l’iscrizione a un mais ogm

”La decisione presa oggi dalla Commissione Sementi di negare l’autorizzazione alla domanda di iscrizione al registro di un mais Ogm, appare particolarmente significativa perche’ presa all’unanimita’ da tutti i membri della Commissione”. Cosi’ il ministro Luca Zaia annuncia la decisione presa presso il Palazzo dell’agricoltura dalla Commissione Sementi Geneticamente Modificate, nella quale sono rappresentati, oltre al ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, il ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, il ministero della Salute, le Regioni Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Toscana e Veneto. ”Sia i rappresentanti delle Regioni che quelli dei tre ministeri che compongono la Commissione – prosegue Zaia – si sono espressi per il principio di cautela che ha finora caratterizzato la politica agricola del Paese su questo delicato tema”. ”Constato con soddisfazione – conclude Zaia – che la posizione che in questi anni ha condiviso la stragrande maggioranza dei cittadini e dei contadini del nostro Paese, ha trovato, anche nelle diverse istituzioni rappresentate nella Commissione, una comunione di intenti che rassicura ulteriormente tutti i consumatori italiani. Gia’ domani firmero’ il relativo decreto che mandero’ ai ministri della Salute e dell’Ambiente”. (ANSA).
Grande soddisfazione per la decisione è stata espressa dal Presidente della Coldiretti, Sergio Marini che ha aggiunto “Ci sentiamo in buona compagnia essendo in Europa ben 21 su 27 i Paesi dove non si coltiva mais geneticamente modificato mentre in Italia non c’e’ sondaggio dal quale non emerga che tre italiani su quattro sono contrari

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.