La Corte dei Conti ammonisce: aiuti Pac solo a produttori attivi


Gli aiuti europei a sostegno del reddito degli agricoltori nell’Ue “devono andare agli agricoltori attivi che svolgono attività agricole concrete e regolari”. Lo sostiene la Corte dei Conti europea nella sua relazione dedicata al sistema di aiuti diretti ai produttori Ue basati sulla superficie dell’azienda nei nuovi Stati membri, ma i principi valgono per tutta l’Europa. I controllori europei puntano il dito contro i beneficiari “non impegnati, o solo marginalmente impegnati in attività agricole: dalle società immobiliari agli aeroporti, dalle associazioni venatorie ai circoli per la pesca sportiva, alle attività sciistiche”. Non solo. La Corte dei Conti chiede di escludere dal pagamento degli aiuti diretti agli agricoltori anche “gli enti pubblici che gestiscono terreni di proprietà statale e che non svolgono alcuna attività agricola, o su parcelle di terreno non coltivate”. Da notare infine, che i controllori dei conti europei individuano “una contraddizione” nell’aiuto diretto ai produttori basato sulla superficie: “da un verso – scrivono – l’aiuto è destinato a sostenere il reddito individuale degli agricoltori, mentre da un altro, l’aiuto è distribuito alle aziende agricole in base alla superficie delle particelle di terreno di cui dispongono”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.