La crisi accorcia le ferie e spinge agriturismo e low cost

La crisi accorcia le ferie e cambia la tipologia della vacanza, caratterizzata da località vicine, soggiorni brevi e soluzioni low-cost; tre elementi che rilanciano l’agriturismo, con un aumento stimato intorno al 2% annuo in controtendenza rispetto all’andamento generale del turismo. Lo afferma Turismo Verde, l’associazione nazionale agrituristica della Cia-Confederazione italiana agricoltori, secondo cui a partire per una vacanza in campagna sono oltre 1,5 milioni di ospiti solo ad agosto, con una durata media del soggiorno di 3 giorni (che diventano 4-5 per le strutture con piscina o con campeggio) e la formula b&b o mezza pensione. La necessità di ottimizzare il rapporto qualità-prezzo premia questo tipo di turismo che ha mantenuto invariati i listini rispetto al 2011, con la possibilità di last minute e di pacchetti sempre più personalizzati; senza contare che le strutture agrituristiche offrono sempre più servizi: non solo natura ed escursionismo, ma fattorie sportive, birdwatching e aree benessere attrezzate, passeggiate guidate a cavallo o in bicicletta.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.