La crisi è più dura per ortofrutta e florovivaismo

fiori
Sono l’ortofrutta e il florovivaismo a denunciare le maggiori sofferenze, incalzate dalla zootecnia; seguono ma a breve distanza cereali, olio d’oliva e viticoltura. E’ la Cia nell’ambito dell’assemblea nazionale dei Gruppi di interesse economico (Gie), ad aver stilato oggi la prima classifica dei sei principali settori che più risentono della crisi, sulla base di dati che riguardano consumi e produzione. Ad accomunarli sono gli stessi mali, da una parte l’aumento dei costi energetici, quelli della manodopera e della burocrazia, dall’altra una crisi che non ‘molla’, un andamento climatico impazzito e una concorrenza spietata giocata tutta sui prezzi al ribasso. Per quanto riguarda l’ortofrutta, i dati della Cia confermano una produzione diminuita nell’ultimo anno del 10% con consumi interni di oltre il 10%; per il florovivaismo si parla di un vero e proprio crollo dei consumi (-6% per i fiori e -5% per le piante) e del fatturato del comparto, tanto che quest’anno il 30-40% di prodotto potrebbe rimanere invenduto. Soffrono poi la zootecnia per la riduzione degli acquisti (-3%) e della produzione bovina e suina (rispettivamente -5,5% e -4,2%), come anche i cereali, settore poco aggregato e mai flagellato come nell’ultimo anno dal clima altalenante, tra siccità e alluvioni. Per l’olio la produzione è calata del 12% con consumi più o meno stabili, tanto che l’Italia deve approvvigionarsi all’estero, mentre per il vino il calo dei consumi interni sempre più accentuato (-2% sempre nell’ultimo anno), viene compensato da un export vincente soprattutto per quello che riguarda il prodotto imbottigliato.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.