La crisi non ferma la colazione al bar


Nonostante le forti difficoltà economiche, gli italiani non rinunciano alla colazione al bar. Secondo la Fipe (Federazione pubblici esercizi), ogni anno vengono effettuate 1,5 miliardi di consumazioni, con almeno 20 milioni di persone cui capita, più o meno saltuariamente, di concedersi un cornetto e un cappuccino in uno dei 172 mila bar dislocati sul territorio. E con uno scontrino medio di 2,6 euro, il primo pasto della giornata genera un volume d’affari di 3,9 miliardi di euro, il 21% del valore complessivo delle vendite nel canale. A prediligere la colazione fuori casa sono soprattutto le persone tra 25 e 44 anni, con diploma di scuola media superiore e lavoro dipendente. Il prezzo medio della tazzina di caffé è 0,93 centesimi, che diventano 1,25 euro per il cappuccino. Un prezzo, sottolinea il presidente Fipe-Confcommercio, Lino Enrico Stoppani, “fortemente inferiore rispetto alla media europea, che imporrebbe un pubblico riconoscimento per un servizio che meriterebbe ben altri prezzi”. Con una densità di 2,8 esercizi ogni mille abitanti, un orario medio di apertura giornaliero che supera le dodici ore, il bar è il luogo di prossimità per eccellenza. La Lombardia è la regione con la maggiore concentrazione (30mila, 17%), seguita da Veneto, Lazio e Campania. Il settore occupa 351 mila persone, 200 mila dipendenti, di cui oltre la metà donne e 22% stranieri. Le donne rappresentano anche il 56,5% delle imprenditrici, mentre gli stranieri sono il 10,2%.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.