La crisi tocca anche le zucche di Halloween


Quest’anno il ‘business stregato’ di Halloween sarà un po’ meno scintillante a causa della crisi. Gli oltre 9 milioni di appassionati di questa festa di origine anglosassone spenderanno infatti, secondo le stime della Cia-Confederazione italiana agricoltori, il 10 per cento in meno rispetto al 2010, anche se il fatturato complessivo resta su cifre elevate: 360 milioni di euro tra dolcetti e cioccolata, zucche, costumi e cene. Le difficoltà congiunturali degli italiani – aggiunge la Cia – non risparmieranno neanche le zucche, per cui si preannunciano vendite fiacche, nonostante i prezzi sui campi si siano mantenuti stabili. Forse qualche eccezione dovrebbe esserci per le zucche decorative che potrebbero segnare una leggera crescita (tra l’1 e il 2 per cento). La vendita delle zucche non sarà, però, un affare per gli agricoltori – prosegue l’organizzazione agricola – Basti pensare che sul prezzo di vendita finale la fase produttiva incide per appena il 18 per cento. La produzione nazionale di zucche – ricorda la Cia – si attesta attorno ai 58-60 milioni di chili e il suo consumo si spalma durante tutto l’anno. Di conseguenza Halloween ha sempre inciso poco sul mercato. Negli anni passati, tra la fine di ottobre e i primi giorni di novembre, si sono avuti aumenti non significativi delle vendite. Un trend che si ripeterà anche quest’anno. Soltanto quelle decorative hanno messo a segno incrementi significativi, ma questa tipologia di zucca viene utilizzata soprattutto nei locali e pochissimo nelle case, come invece avviene negli Stati Uniti e in molti paesi dell’Europa del Nord, dove è nata questa festa.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.