La cucina della nonna? E’ sempre la migliore ma rischia l’estinzione


La maestria della nonna ai fornelli rischia di estinguersi insieme a tutti i sapori della tradizione che hanno scandito da sempre le fasi della nostra vita. Nonostante il 93% degli italiani associ la cucina della nonna ai ricordi gastronomici piu’ belli della propria vita, questi rischiano di diventare solamente dei ricordi lontani nello spazio e nel tempo. Secondo il 77% degli intervistati ormai nessuno e’ capace di cucinare come lei, la nonna, e, per di piu’, sono pure spariti quegli ingredienti che rendevano unici i sapori e i profumi di una volta (57%). E i grandi incontri di famiglia? Le tavolate chilometriche di un tempo? Anche queste sono riti che si stanno perdendo: il 45% degli intervistati afferma che la propria famiglia ha ormai perso l’abitudine di fare grandi pranzi o cene a casa, ma si va tutti insieme al ristorante (54%) dove, pero’, secondo 8 intervistati su 10 e’ molto difficile riassaporare quei sapori legati ai loro ricordi. Se un tempo dunque era “normale” fare grandi pranzi, tutti insieme, oggi questa e’ un’abitudine che va via via scomparendo, anche perche’ sta venendo a mancare il piacere della tavola.
Questo e’ quanto emerge da uno studio pubblicato dalla rivista ‘Vie del Gusto’, condotto su 1.800 italiani e italiane cui e’ stato richiesto di pensare ai ricordi gastronomici e alle emozioni dei grandi pranzi e cene della tradizione nazionale del passato e di rapportarle alle abitudini di oggi.
Solo il 21% degli italiani, secondo il sondaggio, e’ ancora abituato a grandi tavolate con i familiari, ma queste sono limitate alle occasioni molto speciali (Natale, Pasqua, compleanni); nella maggior parte dei casi e’ sempre la nonna a rivestire il ruolo di cuoca, o, in alternativa, ma molto piu’ raramente, la mamma, e vi sono comunque delle differenze rispetto ai grandi pranzi e cene del passato. E se in casa tutto questo e’ un lontano ricordo, c’e’ chi si affida ai ristoranti per sostituire la bravura culinaria della nonna, per cercare di ri-assaporare i cibi e le emozioni di un tempo. Raramente pero’ questa operazione “nostalgia” riesce, almeno secondo il 42% degli italiani, mentre solamente il 6% crede sia possibile ricreare quella tavola e quella atmosfera andando a pranzo o a cena al ristorante. Secondo il 70% degli intervistati la difficolta’ nel ritrovare i cibi di una volta è dovuta al fatto che la genuinita’ degli alimenti non e’ piu’ la stessa, e, inoltre, diminuisce il numero di persone in grado di tramandare le abitudini culinarie della tradizione.

Un Commento in “La cucina della nonna? E’ sempre la migliore ma rischia l’estinzione”

Trackbacks

  1. La cucina della nonna? E’ sempre la migliore ma rischia l’estinzione

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.