La Nott De’ Biso’: il 5 gennaio a Faenza

nott de biso
Nott de Bisò è la manifestazione conclusiva dell’emozionante Palio del Niballo che si svolge ogni anno nella quarta domenica di giugno.

Il Niballo, grande fantoccio raffigurante Annibale, il guerriero saraceno che simboleggia le avversità, viene bruciato in un enorme falò nel centro della Piazza dove vi giunge trasportato, secondo un’antica tradizione, su un carro trainato dai buoi. Il Rione vincitore del Palio dell’estate ha il diritto di bruciarlo.

La festa ha il suo apice nel momento in cui il rappresentante del Rione vincitore del Palio, vestito con tradizionale costume cinquecentesco, dà fuoco al Niballo.

La folla radunata in piazza saluta il vecchio anno, i Rioni traggono auspici su chi fra loro vincerà il Palio nell’anno nuovo, a seconda di come cade il testone di cartapesta del Niballo, e più che mai si beve il Bisò, il caratteristico vin brulè fatto con vino Sangiovese speziato, preparato in grandi paioli da ogni Rione, secondo la propria ricetta, e servito negli eleganti gotti, le ciotole di ceramica faentine.

Il gotto realizzato per la Nott dè Bisò è uno degli elementi fondamentali: diverso ogni anno è valorizzato con il simbolo dei cinque Rioni e quello della città. Il motivo di quest’anno è “a giardinetto”. Tale decorazione si caratterizza per la presenza di taluni elementi peculiari: un vasetto ovoidale con mazzo di fiori, posto tra una cesta anch’essa colma di fiori e un fiore su corto stelo simile al “garofano”.

Rimandano alla ben più fortunata “cineseria” del “garofano” anche gli elementi complementari (una stretta fascia a graticcio, tralci fioriti e fogliati).

Il ”giardinetto” non dovette godere di una gran fortuna produttiva, considerando il ristretto numero di esemplari pervenuti fino ai giorni nostri, sebbene tale tematica sia attestata fino alla prima metà dell’Ottocento, tanto su forme “aperte” (piatti di varie fogge, vassoio ovale, bacile) quanto su forme “chiuse” (su tutte la zuppiera, una delle espressioni più rappresentative della produzione
settecentesca).

La festa inizia nel tardo pomeriggio con l’apertura di ricchi punti ristoro gestiti dai cinque rioni di Faenza e prosegue per tutta la notte in compagnia di musica e balli.

Periodo di svolgimento: l’evento si svolge il 05/01/2016

Programma:

Ore 10.00 Apertura festa con stand gastronomici dei Rioni con cucina tradizionale e bisò
Ore 12.00 Diffusione della musica di RADIO RCB
Ore 14.30 Storie appese ad un filo – burattini, clowneria, musica e creazione di mongolfiere in miniatura a cura di Cooperativa Sociale Zerocento
Ore 18.00 Inizio diretta Live RADIO RCB
Ore 18,30 Ingresso del Niballo in Piazza del Popolo su un carro trainato dai buoi
Ore 21,00 Premiazione rassegna
“Giardini di Natale – Concorso vota il giardino preferito”
Ore 21.30 Concerto Compagnia GRUPPO SANGUIGNO
Ore 22,30 Concerto INNOCENTI EVASIONI (tributo a Lucio Battisti)
Ore 23,50 Tradizionale lancio dei palloncini
Ore 24.00 Rogo del Niballo

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.