la Patata di Bologna verso la DOP

patate 2E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea la domanda di riconoscimento per il ‘Ricciarelli di Siena’, per il ‘Sedano bianco di Sperlonga’ e per la ‘Patata di Bologna’. Se entro sei mesi non saranno presentate da parte degli Stati membri istanze di opposizione i tre prodotti saranno automaticamente iscritti nel registro comunitario come Igp e Dop aggiungendosi alla lista, già folta, dei prodotti italiani che possono vantare marchi europei. Per quanto riguarda in particolare la Patata di Bologna la sua coltivazione e’ diffusa nella pianura bolognese sin dal Seicento ed e’ proprio grazie all’ambiente particolare della zona di produzione, determinato dall’integrazione tra suolo e clima, che la patata di Bologna riesce a sviluppare caratteristiche fisiche come la tessitura e la granulometria della polpa, ed organolettiche come odore e gusto particolari, che ne determinano la specificita’ e la qualita’. ”Ancora una volta l’Italia dimostra di non avere rivali per quanto riguarda la tipicita’ del proprio agroalimentare” commenta il ministro delle Politiche agricole, Luca Zaia, sottolineando che tra i molteplici fattori che contribuiscono a creare il binomio territorio – ‘patata di Bologna’, un ruolo predominante viene svolto dai produttori, che nel corso degli anni hanno messo a punto una tecnica colturale quasi di precisione, costruendo attrezzature sempre piu’ efficienti e rispettose del prodotto, conservandolo con tecniche di avanguardia e strutture commerciali che hanno poi provveduto a valorizzarlo nei suoi aspetti merceologici e qualitativi.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.