La Pedalata Artusiana : autentico festival dei cinque sensi

Cicloturisti entusiasti per la pedalata cultural-gastronomica di domenica scorsa. Un clima di amicizia e collaborazione ha intessuto questa singolare e speciale esperienza di riscoperta di luoghi, prodotti e personaggi del territorio dal cuore artusiano…. …Non si è ancora spento l’eco della fantastica domenica nella 1^ Pedalata dai Sapori Artusiani, per i 130 cicloturistici che hanno letteralmente ‘goduto’ panorami , luoghi e siti suggestivi , e soprattutto tanti variegati sapori dello splendido territorio rurale tra Forlimpopoli , Bertinoro e Meldola…Perché se queste riappropriazioni delle piene facoltà dei cinque sensi, te li conquisti con le tue gambe e la tua partecipazione diretta ( magari sudata…), allora il gusto è davvero tanto… !
Atmosfera di amicizia e collaborazione
Ma il valore aggiunto, speciale, che abbiamo colto nei dialoghi e tra le
soste della variopinta comitiva che si è mossa come un serpentone colorato
fra cromatismi della campagna e cielo limpidissimo, è che per la prima
volta tra tutti i ciclisti si è instaurato un clima diverso, non
competitivo, per questa nuova esperienza sportiva di gruppo, che si nutriva
, oltreché di prodotti, di cultura del territorio…
Tre società ciclistiche (Artusiana Bike, Polisportiva Azzurra e Bike in the
Sky), e tanti ciclisti ‘lupi solitari’, finalmente insieme, sotto l’alto e
vigilante patronato della Società Ciclistica Forlivese che con l’auto
ammiraglia di prammatica ha guidato e regolamentato la velocità del gruppo,
scortata dalle staffette motociclistiche per la sicurezza negli incroci
stradali.
Ha dato lo start, alle ore 8, un breve saluto del Sindaco Paolo Zoffoli
(qui Sindaco Istituzionale) , che poi ha seguito tutta la corsa metro per
metro …ma in pulmino, assieme al gruppo della città austriaca di Traun,
ospiti d’onore della Festa Artusiana. Austriaci membri di una compagnia di
Ballo folcloristico tirolese, che accompagnano a Forlimpopoli il loro
Sindaco che , diversamente da Zoffoli (Sindaco non Pedalatore), si è fatto
la Pedalata di domenica mattina tutta in bicicletta….
Tra Bertinoro e Fratta Terme
La prima salita decisa ha portato il gruppo in Piazza della Libertà a
Bertinoro (più che mai Balcone di Romagna per il panorama chiarissimo): qui
l’assessore Mirko Capuano ha salutato i cicloturisti offrendo Thè caldo,
ciambella…e, naturalmente, Albana di Bertinoro! Dopo la foto di gruppo ai
piedi della Colonna dell’Ospitalità, di nuovo in strada per Collinello :
seconda sosta all’azienda agricola Via del Colle, con panorama su Cesena e
la Val Savio, ove la proprietaria Oriana Comandini ha deliziato i palati di
tutti, con assaggi di squisito miele e derivati . Di nuovo una impegnativa
se pur brave salita, ed ecco la sosta cultural-riflessiva: alla Pieve di
Polenta, illustrata esternamente e negli interni, dall’associazione “Amici
di Polenta” : magnifica nella sua semplicità e purezza, con suggestive
riminiscenze dantesche e carducciane, da pochi giorni riaperta alla
collettività !
Si prospettava finalmente una rinfrescante picchiata nella discesa su
Fratta Terme: in pochi minuti il gruppo è approdato alla Cantina S. Andrea,
che sovrasta il parco delle Terme. Qui il patron Antonio De Coppi assistito
dai suoi famigliari, ha approntato – per la gioia dei pedalatori –
degustazione di apprezzati vini aziendali direttamente alle botticelle di
Sangiovese e Chardonnay, accompagnati da saporiti formaggi e stuzzichini.
Dalla Colombarina a Scardavilla
L’ accresciuto tasso alcoolico pro capite, non ha però impedito al
serpentone il rispetto dei tempi di marcia nell’aggredire l’ultima salita:
superata Meldola, le prime rampe per Rocca delle Caminate fino alla sosta
“lunga” all’ agriturismo Colombarina. E’ il regno rurale del vulcanico
Franco Mercuriali che aveva approntato sedie e gazebo nella frescura del
suo boschetto. Affabulatore -quasi ottantenne- di storie di vita pienamente
vissuta, Franco, per il riposo dei ‘guerrieri in bici’ , aveva preparato
nientemeno che minestra di Curzul alle erbe di campo, porchetta e ciambella
contadina ! Tutto naturalmente ben presto divorato e bruciato dai
cicloturisti mai sazi…Nell’aia della Colombarina è avvenuta la prima
applaudita esibizione di Ballo folcloristico tirolese da parte della
compagnia della Città di Traun .
In località Vitignano, dopo la ripartenza, il percorso di avvicinamento a
Forlimpopoli è transitato nei pressi della Riserva Orientata di Scardavilla:
l’ultima sosta di giornata, di carattere paesistico. Valeriano Viroli,
presidente della Pro Loco di Meldola, ci ha guidato – con competenza e
sintesi espositiva – in un suggestivo, breve percorso a piedi nel cuore più
panoramico del contesto: ecco gli struggenti ruderi della Chiesa di
Scardavilla di Sopra, tra un bellissimo vigneto e la prospettiva del bosco,
immersi nella serena pace di questo piccolo altopiano dai vividi valori
storici e naturalistici.
Gran finale a casa Artusi
Sazi, pieni e satolli , di assaggi e prodotti, nonché cultura e
informazioni sul territorio, i 130 ciclisti hanno inforcato le bici per
l’ultimo tratto del ritorno. Con appena cinque minuti di ritardo sulla
tabella di marcia, alle 12,35 sono sfrecciati pimpanti -ma non agonistici
-in via Andrea Costa a Forlimpopoli sotto il vermiglio Arco di Trionfo di
gomma… Ad attenderli , ecco di nuovo il Sindaco Zoffoli (in versione
Sindaco Gourmet) con le collaboratrici della Strada dei Vini e dei Sapori e
di Romagna Terra del Sangiovese . Per fare cosa? …mangiare e bere, off
course..!! Nella ultima esibizione del Ballo folcloristico della compagnia
austriaca, per il tripudio di tutti presenti, hanno attivamente partecipato
anche i due Sindaci.. (Paolo Zoffoli qui Sindaco Danzante..).
Al ricco buffet conclusivo, preparato dalla Strada dei Vini e dei Sapori
coi prodotti distintivi del territorio nel cortile del Ristorante di Casa
Artusi, si sono altresì aggiunti vari prodotti offerti dagli sponsor della
manifestazione: lo Squaquerone del Caseificio Mambelli di S.Maria Nuova;
Pane e ciambelle del Forno Teodorani di Meldola; frutta dei Supermercati
ORTOREALE.
I promotori della manifestazione ringraziano anche lo sponsor Coop.va
C.L.A.F.C. di S. Piero in Bagno, il Comune di Meldola per l’accesso a
Scardavilla e la Croce Rossa Italiana di Forlimpopoli per aver seguito
(molto opportunamente…) tutto l’itinerario stradale assieme al gruppo di
cicloturisti. Un ringraziamento speciale va alla Strada dei Vini e dei
Sapori dei Colli di Forlì-Cesena, senza il cui contributo progettuale,
logistico ed operativo, questa iniziativa non avrebbe assunto il carattere
speciale che l’ha contraddistinta, e che l’ha fatta grandemente apprezzare
a tutti i partecipanti.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.