La Russia punta sul mercato delle mele

La Russia entra con decisione nell’industria melicola, grazie anche ad una stretta collaborazione con l’Alto Adige. E’ quanto ha illustrato a Interpoma 2010, durante il convegno internazionale “La mela nel mondo” Aslan Balov dell’azienda pioniera Italtechnology Ltd e presidente dell’Unione Agraria della regione Kabardino-Balkaria, nel Nord-Caucaso, nel sud della Russia.
Lo sviluppo dell’agricoltura, spiega www.corriereortofrutticolo.it, e della frutticoltura in particolare, e’ diventato una priorita’ per il governo Russo, che ritiene di dover intervenire nella situazione attuale caratterizzata da un’eccessiva dipendenza dalle importazioni di frutta, in costante aumento, oltre che dallo scarso consumo di ortofrutta da parte della popolazione. “Statisticamente – ha spiegato Aslan Balov – ogni russo consuma soltanto 53 chili di frutta all’anno (contro un fabbisogno consigliato di 80 chili).
Piu’ di un terzo di questa quantita’ sono mele importate. Nel 2009 infatti l’import di mele in Russia ha superato 1.800.000 tonnellate, un aumento di quasi 4 volte rispetto ai volumi del 2000”. Grazie al supporto statale nel settore frutticolo negli ultimi 2 anni le superfici destinate ai frutteti perenni hanno registrato una crescita considerevole.
“Nel 2008 sono stati impiantati 11.700 ettari di frutteti (di cui 1.600 ettari intensivi) – ha illustrato Balov – superando l’ipotesi iniziale di 7.900 ettari. A questi si sono aggiunti 8.700 mila ettari nel 2009 e 9.400 nel 2010 (di cui 1.700 ettari intensivi)”. Le principali regioni dedite alla frutticoltura industriale in Russia sono il Distretto Centrale, con 65.000 ettari (il 39,9% della superficie totale della Federazione Russa) e il Distretto Sud, con 64.200 ettari (39,4%) ed una produzione attorno alle 259.200 tonnellate. Di queste, 19.700 mila (il 7,6%) provengono dalla regione Kabardino-Balkaria, che grazie al clima continentale che la caratterizza e’ particolarmente vocata alla frutticoltura. Tra le aziende all’avanguardia in questo campo c’e’ la Italtechnology Ltd di Aslan Balov: “Abbiamo studiato per diversi anni le tecniche colturali utilizzate in Europa – ha raccontato Balov – e successivamente ci siamo soffermati in particolare sul Sudtirol”. “L’obiettivo e’ di portare a 10.000 ettari di frutteti nella repubblica Kabardino-Balkaria”, ha annunciato Balov, “I nostri partner sono affidabili, ci forniscono un completo supporto agronomico e si occupano anche di formare il nostro personale, sia in Italia che da noi in Russia”. La Russia si candida quindi a diventare presto uno dei principali player della melicoltura di qualita’ a livello industriale.

Tags: ,

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.