La Settimana dei Parchi nelle Foreste casentinesi

Ancora un week end dedicato alla biodiversità, il Codice forestale camaldolese, il mito nella natura e tante specie da imparare a conoscere
Sabato il centro visita del Parco di Badia Prataglia ospiterà “Un Parco ricco di biodiversità, dal lupo al picchio nero al giglio martagone”. L’incontro prevede un excursus sulla biodiversità del Parco del giovane naturalista Davide Alberti e di Marco Mencucci (Coordinamento territoriale per la biodiversità del Corpo forestale dello stato), comincerà alle 16.Seguirà “La nascita delle stagioni”, lettura animata di brani tratti dal mito di Demetra e Persefone. La performance è a cura di Miriam Baldini che si avvale dell’ accompagnamento musicale di Anna Tenore, brava violinista che vanta collaborazioni con la Banda Osiris e il Quartetto Euforia.
Al centro visita vi sarà esposta la Mostra fotografica “De Natura” dedicata alle meraviglie della natura. Nella prima parte vengono catturati scorci del patrimonio naturale del Parco, la seconda raccoglie scatti degli animali dal mondo, la terza presenta le immagini vincitrici del Campionato Italiano di Fotografia Naturalistica 2009.
La Mostra sarà a Badia Prataglia dal 23 maggio al 20 giugno.
Per informazioni e prenotazioni si può chiamare lo 0575. 559477 (centro visita di Badia Prataglia) o il 335. 6244440.
Venerdi il teatro Antei di Pratovecchio (dalle 9 alle 13) ospiterà “Un Parco per te” e “La giornata Verde” festa finale del progetto di educazione ambientale promosso dall’area protetta e dalla Comunità montana del Casentino dedicata alle scuole. Ci saranno un’esposizione dei lavori dei ragazzi e attività di animazione. Alla fine si potrà assistere alla premiazione dei progetti dei ragazzi delle scuole.
“Le radici della sostenibilità, il Codice forestale camaldolese” è un progetto che abbraccia i giorni di venerdi e sabato e che mira a attualizzare i significati di una prassi moltisecolare. La filiera agro-silvo-pastorale istituita e amministrata per oltre otto secoli dai monaci camaldolesi è un esempio tangibile di gestione multifunzionale, flessibile e durevole delle risorse naturali.
Gli incontri, attraverso le testimonianze di monaci, ricercatori e tecnici forestali, vogliono ricostruire l’efficiente complessità di un sistema consolidato: questo può rappresentare un modello per una gestione attiva e sostenibile delle risorse ambientali nel futuro.
Venerdi 28 la giornata si apre presso la sala Landino del monastero di Camaldoli con i saluti del presidente del Parco, Luigi Sacchini. Tantissime saranno le personalità di rilievo che si alterneranno sul tema del rapporto tra gestione forestale ed esperienza dei camaldolesi.Alle 20 si potrà partecipare a “Cena in Monastero” (prenotazione obbligatoria).
Venerdi ci saranno escursioni tematiche in tre itinerari nelle foreste camaldolesi in collaborazione con gli esperti del Corpo forestale dello stato, del parco nazionale delle Foreste casentinesi, e della Comunità montana del Casentino.
Per informazioni e iscrizioni si può telefonare al numero 06. 47856426 o scrivere a brandi@inea.it; dipietro@inea.it.
Su richiesta, è possibile pernottare presso la foresteria del monastero di Camaldoli.

.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.