La Ue dichiara guerra al cancro del kiwi

L’Europa dichiara ‘guerra’ al ‘cancro’ batterico dell’actinidia che attacca le piante di Kiwi, ma non è nocivo per l’uomo, ed è pronta a dare assistenza finanziaria agli Stati membri che vogliono attuare una campagna di eradicazione della malattia. Una decisione importante, in quanto l’Italia è il maggiore produttore mondiale di kiwi con 416mila tonnellate raccolte nel 2010. E’ stato il Comitato europeo per la sicurezza alimentare ed animale, che riunisce a livello tecnico i rappresentanti dei 27 Stati membri, a dare il via libera alle proposte della Commissione europea per introdurre “misure di emergenza contro la presenza di questo batterio nocivo, non originario dell’Europa, che attacca le piante di kiwi ma non ha un impatto sulla salute pubblica”. Le nuove misure entreranno in vigore ancora a novembre, subito la loro pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Ue. Per lottare contro il cancro batterico dell’actinidia, i 27 ha previsto di limitare le importazioni di piante e di polline per l’impollinazione solo dai Paesi dove non è presente il batterio, oltre a introdurre misure rigorose per evitare la diffusione della malattia. Gli Stati europei dovranno poi mettere a punto una mappa delle aree dove è presente il batterio nella Ue. Le misure non si applicano al commercio del kiwi in quanto il batterio non è trasmesso attraverso il frutto. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.