La vendemmia mantiene le promesse ma i prezzi sono fermi a 15 anni fa

Vendemmia1
Nel corso della prossima stagione potremo bere degli ottimi vini emiliano-romagnoli: il giro di boa di meta’ vendemmia conferma le promesse e la Coldiretti regionale parla di uve che hanno tutte le qualità per ottenere grandi vini, mentre i volumi rimangono sostanzialmente stabili. A preoccupare è però il calo dei prezzi pagati ai produttori: l’anno scorso per un quintale di uva i viticoltori hanno ricevuto 41,3 euro, una quotazione addirittura piu’ bassa del 1995 quando l’uva fu pagata 41,8 euro al quintale (81 mila lire). “E’ una situazione inaccettabile – sostiene l’organizzazione dei coltivatori – se si calcola che nel frattempo i costi di produzione sono triplicati a causa dell’aumento dei costi energetici, dei mangimi e della manodopera”. ”Se le uve non saranno adeguatamente remunerate – sostiene il presidente di Coldiretti Emilia-Romagna, Mauro Tonello – c’e’ il rischio di un’accelerazione della scomparsa dei vigneti”. Negli ultimi quindici anni, secondo i dati dell’osservatorio agroalimentare, la superficie a vigna in regione e’ diminuita di 11 mila ettari, passando dai 64 mila del 1995 ai 53 mila attuali”. Intanto, di fronte alla tendenza della filiera di abbassare i prezzi per le uve, aumenta in Emilia-Romagna il numero delle aziende che vendono direttamente il loro vino: nel 2008 sono state oltre 1.100 le aziende che hanno aperto le porte aziendali ai consumatori.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.