La vendemmia porta gli enoappassioanti nei territori “cult”

E’ tempo di vendemmia e il 78% degli appassionati del buon bere partirà alla volta dei grandi territori del vino italiano, per respirare da vicino il clima di festa che anima e percorre i filari di tutta Italia. Ecco i risultati del sondaggio di www.winenews.it e Vinitaly. Le mete cult? In testa la Toscana – da Montalcino a Bolgheri al Chianti Classico – seguita dal Piemonte, Langhe in primis, indicate dagli eno-appassionati per trascorrervi per lo più un solo week-end (nel 64% dei casi). Per i wine lovers, anche il periodo della vendemmia è quindi l’occasione per visitare le cantine, degustare i propri vini preferiti, incontrare i produttori e gli enologi, acquistare vino e conoscere la storia e la cultura del territorio. E, a fronte di un 22% che resterà a casa o sceglierà altre destinazioni, il 96% di quelli che si metteranno in viaggio con destinazione i territori enologici italiani ha le idee ben chiare e ha già deciso dove andare: le mete sono eterogenee e distribuite un po’ per tutta Italia, da Nord a Sud, ma tra le regioni più gettonate, in testa c’é la Toscana, seguita dal Piemonte. Nello specifico, il 24% degli enonauti dichiara che andrà in Toscana, e più precisamente tra i luoghi prescelti vi sono Montalcino, Bolgheri ed il Chianti Classico, mentre il 19% indica il Piemonte, con forte propensione per le Langhe. Non mancano, poi, fra i territori scelti anche la Sicilia con il 9%, l’Umbria – in particolare Montefalco – e il Trentino con l’8%, il Friuli con il 3% e, infine, tra le altre, le zone di Soave e Franciacorta, dove però, in quest’ultimo caso, la vendemmia delle bollicine è già conclusa. Indagando sulle intenzioni di viaggio degli amanti del buon bere, emerge che, fra quelli che si metteranno in viaggio, il 64% si fermerà nella località prescelta solamente per un week-end, il 21% per un giorno e solo il 10% per una settimana, mentre è ancora più bassa la percentuale (5%) di chi ha intenzione di rimanere fuori per più di una settimana. Ma cosa faranno gli eno-appassionati una volta giunti nei territori del vino? Il 61% visiterà una cantina, mentre il 56% crede che non sia un buon momento per farlo per non ‘disturbare’ tutte quelle operazioni in cui sono impegnati i produttori e gli operatori durante il periodo della vendemmia. E una volta in cantina gli eno-appassionati vorrebbero incontrarsi con i produttori e gli enologi (39%), fare degustazioni (32%) e visite guidate (18%). (ANSA).

Tags:

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.