L’anguilla rischia l’estinzione, il PE vuole salvarla. In 30 anni perso il 95% dello stock

anguilla_mediumSalvare l’anguilla europea che dal Baltico al Mediterraneo rischia l’estinzione: negli ultimi 30 anni infatti è andato perso il 95% dello stock causa “pesca eccessiva, inquinamento, barriere che nei fiumi ne ostacolano la migrazione o ancora modifiche delle correnti oceaniche”. L’appello è stato lanciato dalla Commissione per la pesca del Parlamento europeo dove gli eurodeputati hanno puntato il dito contro il “fallimentare” vecchio piano Ue di recupero delle risorse. “Abbiamo bisogno di uno sforzo coordinato europeo affinché più anguille possano tornare al Mar dei Sargassi per deporre le uova”, ha sottolineato il relatore del progetto, l’eurodeputata tedesca Isabella Lovin (Verdi). Gli eurodeputati chiedono quindi alla Commissione europea di valutare, entro il prossimo ottobre e sulla base di pareri scientifici, le misure per il ripopolamento della specie che rappresentano un elemento centrale nei piani nazionali di gestione dell’anguilla. Sulla base di quell’esame poi, la Commissione Ue dovrebbe presentare entro marzo 2014 una nuova proposta legislativa in grado di raggiungere “con una alta probabilità”, la ricostituzione dello stock di anguilla europea. Agli Stati membri invece, viene chiesto di riferire ogni due anni sull’impatto delle misure adottate e non ogni sei anni come avviene attualmente. L’anguilla rischia l’estinzione in quanto non si riproduce in cattività, anzi, il suo modo di riprodursi è ancora avvolto nel mistero. Secondo la teoria più accreditata le anguille nascono nelle acque del Mare dei Sargassi – nell’Atlantico, tra le Indie occidentali e le Azzorre – da dove gli avannotti risalgono la corrente del Golfo, passano lo stretto di Gibilterra, e dopo circa due anni di viaggio nelle acque costiere, quando si sono trasformate in piccole anguille, ritrovano fiumi, corsi d’acqua, lagune e laghi dove vivevano i genitori prima di partire per riprodursi. Al momento non si sa se esiste nel Mediterraneo qualche luogo misterioso dove si riproducono senza dover raggiungere il Mar dei Sargassi. (ANSA)
foto tratta da http://www.sagradellanguilla.it/

Tags:

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.