L’apicoltura italiana di qualita’ fa squadra

Di fronte ad un mercato che vede in costante aumento il consumo di miele di qualità, gli apicoltori fanno fronte comune: nasce infatti in queste settimane un accordo di distribuzione tra Conapi, la cooperativa apistica più grande d’Europa nonché leader nella produzione di miele biologico made in Italy (ne fanno parte un migliaio di apicoltori), e Apitoscana, cooperativa che riunisce oltre 400 apicoltori delle province di Firenze e di Siena. Quest’ultima ha già deliberato infatti l’ingresso di Conapi nella sua compagine cooperativa, mentre nel corso di questo mese il consiglio di amministrazione di Conapi sancirà l’ingresso di Apitoscana nella propria base sociale.Conapi e Apitoscana, legate da rapporti di amicizia di lunga data, formalizzeranno così una collaborazione strategica, per fare fronte comune a un mercato che vede in aumento i consumi di miele, a fronte di una contrazione della produzione seguita alle recenti morie di api.
“Queste condizioni, che hanno determinato un rialzo dei prezzi, in un momento di depressione economica, favoriscono la necessità di accrescere le potenzialità organizzative e commerciali per migliorare la capacità di rappresentare, al meglio, gli interessi degli apicoltori che aderiscono alle nostre due realtà” spiegano Diego Pagani, presidente di Conapi e Andrea Terreni, presidente di Apitoscana.Rafforzare la leadership nazionale che Conapi già detiene sul mercato del miele, rinnovando contemporaneamente i legami con i territori per valorizzare i mieli regionali sul mercato: sono questi gli ambiziosi ma raggiungibili obiettivi che le due strutture cooperative si sono poste.
Le esperienze comuni, il profondo radicamento in due regioni – Emilia Romagna e Toscana – vicine geograficamente e culturalmente e i percorsi paralleli delle due strutture, sono le migliori premesse per raggiungere le mete prefissate. “La stesura di un accordo commerciale che preveda il mantenimento di unità operative in entrambe le cooperative, specializzando e diversificando le lavorazioni, sarà successivamente completato dall’adesione reciproca delle due strutture e dall’adozione di regole comuni. Il miele raccolto dagli apicoltori di Apitoscana potrà così essere conferito anche a Conapi e si prevede lo sviluppo delle attività di Oorganizzazione di Produttori regionale di Conapi anche in Toscana” aggiungono Pagani e Terreni.Questi i primi passi previsti dalle due cooperative ma, negli incontri che si sono tenuti fra i soci di Conapi e Apitoscana, altre proposte ed ipotesi di lavoro comune sono state avanzate per i prossimi anni, al fine di affrontare assieme le sfide future, unendo esperienza, capacità e ideali comuni.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.