Latte: a metà 2013 aggiustamenti europei per il settore


Entro la metà del 2013 dovranno essere pronte nuove idee per adattare ulteriormente, a livello europeo, le regole e le misure in vigore nel settore del latte, alla realtà a cui sono confrontati gli allevatori europei. Una realtà che vede il prezzo del latte al produttore troppo basso e la chiusura – dal 2009 ad oggi – di 157mila stalle in Europa. E’ l’impegno preso dal commissario europeo all’agricoltura, Dacian Ciolos, nell’incontro a quattr’occhi con i produttori che da due giorni manifestano a Bruxelles. Inoltre, ha assicurato Ciolos, “i nuovi aggiustamenti saranno il frutto di una riflessione tra esperti indipendenti a cui parteciperanno anche i produttori europei”. Ciolos, accolto in strada da lanci di fumogeni, nel presidio illuminato dalle candele a ricordo delle migliaia di aziende che hanno dovuto chiudere, ha voluto rassicurare i produttori: “il settore lattiero è per me prioritario – ha detto -. Ho preso nota delle vostre idee sulla trasparenza e sul monitoraggio dei prezzi e prendo l’impegno di analizzarli”. Tuttavia, ha aggiunto, “i problemi non si risolveranno dal giorno all’indomani, e ora siamo solo all’inizio dell’applicazione del ‘pacchetto latte’ che prevede contratti tra produttori e industriali su quantità e prezzi. Dobbiamo trovare risposte ai problemi non per uno o due anni ma sul lungo periodo”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.