Latte crudo assolto, stessi rischi degli altri alimenti


Il consumo di latte crudo non presenta maggiori rischi rispetto a quello di altri alimenti. Ad assolvere un prodotto piu’ di una volta messo sul banco degli imputati da un’informazione che una parte del mondo agricolo considera poca chiara o scarsamente documentata, sono stati medici e dirigenti della sanita’ pubblica, relatori oggi a un convegno promosso dalla Coldiretti del Piemonte. All’origine di quella che alcuni produttori hanno intepretato come una crociata contro un prodotto venduto in un centinaio di distributori self service in Piemonte, un’ottantina nella sola provincia di Torino, ci sarebbe quindi un mix ”di comunicazioni poche chiare date dal mondo scientifico e di sensazionalismo giornalistico”. ”Lo scenario dei rischi per il latte crudo e’ simile a tanti altri prodotti e ogni settimana scatta un’allerta alimentare e si verificano 3-4 ritiri di prodotti per contaminazioni varie”, ha spiegato Giuliana Moda, responsabile del settore sanita’ animale della Regione Piemonte. ”Il latte crudo prodotto in Piemonte supera molti controlli e proviene da allevamenti sicuri – ha aggiunto Moda – e altri rischi vengono scongiurati dalla bollitura raccomandata dal ministero della Sanita”’. Un ”minimo di rischio esiste”, ha ammesso Mario Del Piano, direttore di Gastroenterologia all’ospedale maggiore di Novara, ”come succede per la carne cruda che tante persone mangiano regolarmente. Ma del latte crudo vanno evidenziati anche gli evidenti vantaggi nutrizionali perche’ le vitamine e le sostanze bioattive restano immodificate”. C’e’ un altro aspetto che limita i rischi: ”il consumo – afferma Rossana Becarelli, direttore sanitario del S.Giovanni vecchio di Torino – e’ locale e quasi sempre, quindi, contiene parti batteriologiche compatibili con l’organismo dei consumatori”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.