Latte: De Castro, strumenti Ue per gestire volatilità prezzi

bottiglie-di-latteIl Parlamento europeo interverrà nel settore lattiero-caseario introducendo nuovi strumenti di gestione dell’offerta, dando direttamente agli allevatori la possibilità di contrastare la volatilità dei prezzi. Lo ha detto Paolo De Castro, coordinatore del Gruppo dei Socialisti e Democratici della Commissione Agricoltura, aprendo i lavori di un seminario presso il Parlamento europeo sulle criticità del settore in vista della fine del regime delle quote latte. ”Migliaia di allevatori stanno vivendo una situazione difficile – ha detto De Castro – il prossimo 1 aprile finirà il regime delle quote latte che ha già spinto la produzione europea a crescere del +5% nel 2014; in questo contesto, il crollo dei consumi interni e gli effetti dell’embargo russo sui formaggi spiegano il crollo del 50% del prezzo del latte”. Ai lavori ha partecipato per l’Italia Cesare Baldrighi, presidente del Consorzio di tutela del Grana Padano e responsabile settore latte di Agrinsieme, che ha ricordato come la salvaguardia delle produzioni agricole sia da sempre una priorità dell’Ue e come la volatilità dei prezzi stia mettendo a repentaglio questo obiettivo. ”Servono misure nel breve e nel medio-lungo periodo – ha detto Baldrighi – per frenare il calo di consumi interno ed esterno e, allo stesso tempo, sensibilizzare maggiormente mercato e prezzi. Nel medio periodo, ha proseguito Baldrighi, servono poi più risorse per la promozione dei prodotti ad alto valore aggiunto e la rimozione delle barriere all’export sia per questi prodotti che per le commodity. ”Se queste misure non dovessero attuarsi – conclude – assisteremo al crollo della produzione di latte in Europa che ci renderebbe in gran parte dipendenti dall’estero”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.