Latte: finito l’assedio dei produttori a Bruxelles


Sono ritornati alle loro stalle i circa duemila produttori europei che con oltre 800 trattori hanno ‘assediato’ per due giorni le istituzioni della Ue, paralizzando il traffico e l’attività nella capitale europea. “In fondo è stata una manifestazione pacifica, hanno lanciato gli allevatori. Ma la prossima volta non sarà più una visita di cortesia..”. Dall’Italia, erano giunti in un centinaio, tutti iscritti alla Copagri, e guidati da Roberto Cavaliere che ha denunciato “l’immobilismo” e “l’assenteismo” della Commissione europea, rispetto alle speranze che erano nate dal varo del ‘pacchetto latte”: ossia l’insieme di nuove regole che doveva assicurare un prezzo ‘giusto’ agli allevatori grazie ad un confronto ‘ad armi pari’ con l’industria del settore. I produttori hanno quindi manifestato la loro rabbia per non riuscire ad ottenere un prezzo del latte più ‘giusto’, denunciando già la chiusura, dal 2009 ad oggi, di ben 157mila stalle in Europa. Così la colonna di 800 trattori, scortati dalle forze dell’ordine, hanno abbandonato in serata il quartiere delle istituzioni europee prendendo la direzione delle autostrade per raggiungere i centri agricoli del centro e del nord Europa: in particolare Belgio, Francia, Germania ma anche la Polonia che dista mille km da Bruxelles. Soddisfatto del risultato della protesta l’Europan Milk Board che aveva indetto la manifestazione, durante la quale nessun incidente è stato segnalato. I produttori si sono limitati a cospargere con pompe la facciata del Parlamento europeo di 15mila tonnellate di latte, lanciando petardi e fumogeni. Per la prima volta poi, i padri hanno protestato insieme ai figli per chiedere all’Europa di dare un futuro ai giovani. Il commissario europeo all’agricoltura Dacian Ciolos, è andato verso i produttori per assicurarli che entro la metà del 2013 saranno pronte nuove idee per adattare ulteriormente le regole e le misure Ue in vigore per il latte, alla realtà del settore. Nuovi aggiustamenti frutto di una riflessione tra esperti indipendenti a cui parteciperanno anche i produttori europei”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.