Latte: Hogan, usare taglio volontario produzione anti-crisi

latte 4
Il ricorso alla riduzione della produzione di latte da parte degli stessi allevatori Ue, alle prese con una crisi del mercato, “può giocare un ruolo significativo”. Lo ha detto il commissario europeo all’Agricoltura, Phil Hogan, nel suo intervento alla plenaria dell’Europarlamento, facendo riferimento al via libera all’uso di questa misura eccezionale (articolo 222 del regolamento OCM) per limitare la produzione e stabilizzare un mercato in grave squilibrio. “Per promuoverne l’uso parlerò ancora con le associazioni dei produttori di latte e incontrerò di nuovo il Copa Cogeca, questa settimana”, ha detto Hogan, spiegando che essendo “uno strumento volontario, è nelle mani degli allevatori, perché uniscano le forze per ridurre collettivamente la produzione”. In questa crisi infatti “anche gli allevatori hanno una responsabilità, per aver aumentato la produzione quando non è sostenibile”, ha fatto notare il commissario Ue all’Agricoltura, secondo cui nel primo trimestre del 2016 “le consegne di latte nell’Ue sono aumentate del 6,2%”, specie in “Olanda, Germania, Polonia e Irlanda”. Nel frattempo, gli Stati membri hanno impiegato solo il 56% dei 420 milioni di euro degli aiuti Ue concessi lo scorso settembre. “La spesa va accelerata nelle prossime settimane”, ha aggiunto Hogan, che ha raccomandato ai governi “di sfruttare tutte le misure” messe a disposizione. Quanto all’attivazione della ‘riserva di crisi’ degli agricoltori, “posso prenderla in considerazione, ma la decisione finale spetterà a voi” ha concluso Hogan, rivolgendosi agli eurodeputati.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.