Latte: la produzione cala, ma gli splafonatori restano

bovini latteComplice la crisi la produzione italiana di latte è calata di oltre duecentomila tonnellate, e le cose non vanno meglio negli altri grandi paesi produttori, Regno Unito, Francia e Germania, mentre Austria, Olanda, Cipro e Lussemburgo hanno un leggero segno più. In Italia però c’è chi resiste: sono i grandi splafonatori, le solite 600 aziende che nella campagna 2008-2009 hanno generato 45,3 milioni di ulteriori multe. Cronicamente votato alla sovrapproduzione il nostro paese infatti ma prodotto in esubero seppure con volumi piu’ contenuti. Si e’ passati cioe’ da una produzione di 10.804.456,58 tonnellate della scorsa campagna alle 10.567.565,72 tonnellate della campagna 2008-2009 (-2,1%). A determinare la crisi e’ stato il tonfo del prezzo del latte alla stalla sceso a circa 31 centesimi al litro (livello piu’ basso del 1995 quando un litro di latte costava 36 centesimi al litro), un calo del 12% da gennaio e del 24% dallo scorso anno. Unico risvolto, apparentemente, positivo del calo di produzione e’ la riduzione delle multe che da i168.7 milioni di euro della scorsa campagna sono scesi a 45,3 milioni. I produttori con quota B tagliata (le aziende che hanno subito nel ’92 un taglio della quota), le aziende di montagna, aree svantaggiate, aree con divieto movimentazione capi per blue tongue ”sono stati compensati integralmente” rileva Mario Abrate il presidente del settore lattiero-caseario di Fedagri-Confcooperative, mentre i responsabili dello splafonamento e della multa conseguente sono appena 613 produttori di pianura su oltre 40.000 aziende. Siamo insomma davanti ai soliti grandi slafonatori, per l’esattezza, prima delle nuove disposizioni sulle quote latte voluta dal Ministro Zaia, i grandi splafonatori erano 646 ora il numero e’ sceso a 613.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.