Latte: pressing Paesi Ue su Bruxelles per misure di emergenza

bovini latte 5
Pressing dei Paesi europei colpiti dalla crisi del settore lattiero e dell’allevamento sulla Commissione Ue, per ottenere misure di emergenza. Sarà questo il tema clou al centro del prossimo Consiglio agricoltura straordinario, convocato dalla presidenza di turno lussemburghese dell’Ue il 7 settembre a Bruxelles. A dare manforte ai ministri sarà la protesta di duemila produttori ortofrutticoli, lattiero-caseari e di carne suina e bovina europei del Copa-Cogeca. Con la fine delle quote latte e l’embargo russo “la situazione per il settore lattiero è critica e chiediamo alla Commissione europea di fornire ai produttori lituani 50 milioni di euro di aiuti eccezionali nel 2015”, ha detto il premier lituano Algirdas Butkevicius incontrando il commissario europeo all’agricoltura, Phil Hogan. Stessa linea per la premier lettone Laimdota Straujuma, che a Hogan ha riferito di un calo del 40% dell’export dei prodotti lattiero-caseari e di un calo del 28% dei profitti per gli agricoltori del suo Paese. “Abbiamo trovato nuovi mercati, ma abbiamo bisogno di tempo e per questo abbiamo discusso di possibili aiuti”, ha detto Strajuma. Quanto agli altri Paesi, “sono in corso contatti con tutti, specie Francia, Irlanda, Spagna, Austria e Gran Bretagna”, riferiscono fonti Ue, secondo cui al momento in agenda “non è previsto un incontro del ministro dell’agricoltura Maurizio Martina con il commissario Hogan”. “I prezzi sono al di sotto dei costi di produzione in molti Paesi e il reddito agricolo è basso, obbligando alcuni ad abbandonare la produzione”, riferisce il Copa-Cogeca, che il 7 settembre in una manifestazione chiederà a Commissione europea, ministri e eurodeputati di correre ai ripari.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.