Latte: trattori invadono Bruxelles, in arrivo da Ue 500 mln

agricoltori sciopero
Da una parte proteste e tafferugli nelle strade del quartiere europeo invase da trattori e manifestanti, dall’altra un Consiglio straordinario dell’agricoltura Ue che propone aiuti per mezzo miliardo al settore lattiero-caseario. Si può riassumere così il bilancio di una giornata ‘ad alta tensione’ a Bruxelles, caratterizzata dai trasporti in tilt, 1.500 trattori nelle strade e un nucleo di ‘duri’ asserragliato nella piazza adiacente al palazzo del Consiglio che ha lanciato uova, petardi, cartelli stradali, balle di fieno. A farne le spese tre poliziotti feriti, ma anche le principali organizzazioni degli agricoltori, Copa e Cogeca, che dopo la loro manifestazione, a cui stimano abbiano partecipato settemila persone, non sono riusciti a mettere piede sulla piazza dove era previsto il loro podio, perché già occupata dal duello fra la frangia minoritaria dello European Milk Board e la polizia, in tenuta antisommossa e armata di idranti e gas lacrimogeni. “Il mio obiettivo è uscire dal Consiglio Ue di oggi con misure straordinarie a tutela del reddito degli allevatori. Il governo italiano è già in campo con un piano da 120 mln: serve una strategia Ue” aveva detto prima di partecipare alla riunione il ministro dell’agricoltura, Maurizio Martina, mentre il gruppo di manifestanti italiani, soprattutto di Coldiretti, in strada sottolineava di essere ormai “vicini al collasso”. In Europa ”abbiamo bisogno di regole certe, di trasparenza nella filiera e di origine in etichetta per i prodotti agricoli in tutte le filiere agroalimentari” aveva aggiunto il presidente di Coldiretti, Roberto Moncalvo. “Per l’Italia chiediamo indietro i soldi delle multe per lo sforamento delle quote latte nel periodo 2014/2015, che stimiamo siano circa 75 milioni di euro” aveva detto Dino Scanavino, a Bruxelles in qualità di presidente di Agrinsieme, il coordinamento creato da Cia, Confcooperative, Confagricoltura, Copagri e Legacoop. Proprio da quelle multe e solo per il settore lattiero-caseario la Commissione europea ha tirato fuori un pacchetto di aiuti da mezzo miliardo di euro “a beneficio immediato degli agricoltori”, ha detto il vicepresidente, Jyrki Katainen, al Consiglio straordinario dell’agricoltura dei 28. Secondo fonti comunitarie “i criteri di assegnazione per Paese saranno definiti prossimamente, oggi c’è stata solo la presentazione del disegno generale”, ma “l’obiettivo è che la discussione vada avanti al più presto possibile”. Ogni Stato membro, precisano le stesse fonti “sarà poi libero di adottare le misure che ritiene più efficaci, sempre nell’ambito di criteri oggettivi, per particolari prodotti o regioni maggiormente colpiti dalla crisi”. Oltre al mezzo miliardo di aiuti, sono previste una serie di misure agli agricoltori nell’ambito della Pac, fra cui un nuovo sistema di stoccaggio privato per il formaggio. Dopo l’assalto degli italiani all’impiego di questa misura in passato, la novità è che “la Commissione europea ha imparato la lezione e probabilmente il sistema non sarà aperto solo ai formaggi a indicazione geografica protetta” riferiscono le fonti comunitarie. La parola ora passa alle capitali. La prossima tappa per i 28 per discutere la proposta messa sul tavolo con la Commissione europea sono il Consiglio informale agricoltura Ue di lunedì’ e martedì prossimo a Lussemburgo. Il pacchetto di Bruxelles è un ‘prendere o lasciare’: secondo fonti della Commissione europea, “si tratta di un pacchetto bilanciato e, tendendo conto anche di altre crisi, in primis quella dell’immigrazione, non abbiamo un budget illimitato”. (di Chiara Spegni – ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.