Lavoro: Cia, “raccolti a rischio senza decreto per stagionali”


”Siamo ormai nell’imminenza dei raccolti agricoli che si protrarranno sin dopo la vendemmia e quindi diventa sempre piu’ urgente l’emanazione del decreto flussi – che prevede l’ingresso di 80 mila lavoratori stagionali – proprio per consentire alle imprese agricole di programmare tempestivamente l’attivita”’. A rinnovare la richiesta e’ la Cia-Confederazione italiana agricoltori. ”E’ importante che la pubblicazione del decreto – sottolinea la Cia – avvenga quanto prima poiche’ gli agricoltori provengono da un anno critico e hanno bisogno di avere certezze almeno sul fronte della manodopera, visto che sul fronte dei costi (fiscalizzazione degli oneri sociali e accisa zero sul gasolio agricolo) il governo continua a non dare risposta alcuna”. La Cia ribadisce inoltre che ”da tempo sollecita anche una revisione delle procedure di assunzione dei lavoratori extracomunitari stagionali che tenga conto dell’esigenza prioritaria di accorciare i tempi e di semplificare il processo”. ”Le aziende che operano nel rispetto delle regole e che ogni anno si avvalgono del decreto flussi devono poter contare su tempi certi e su procedure semplificate” – conclude la Cia. “E’ la risposta piu’ seria che un governo, che dichiara di voler contrastare il lavoro irregolare, deve saper dare”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.