Lavoro: Cia, agricoltura attira 39% giovani ‘new entry’

lavori agricoli
Cresce il numero di chi fa l’agricoltore per scelta, pur provenendo da formazioni diverse: delle 158 mila aziende ‘under 40’, il 39% è guidato da new entry del settore, senza essere ‘figli d’arte’; un tempo, invece, in campagna ci si nasceva e il mestiere si ereditava dai genitori. Lo afferma l’Agia-Associazione dei giovani imprenditori della Cia, sulla base di un sondaggio presentato oggi a Teramo durante la Festa nazionale dell’Agricoltura della Confederazione italiana agricoltori. Giovani con un tasso di scolarizzazione molto più alto della media del comparto, dove il 30% è laureato e solo il 43% ha studiato agraria, il restante 57% è costituito da ingegneri (21%), economisti (18%), psicologi (7%), veterinari (9%) fino ai laureati in giurisprudenza (3%) o lettere (14%). A dimostrazione del fatto che i giovani credono ancora nell’agricoltura come sbocco professionale, dove 1 agronomo su due trova lavoro entro 1 anno dal conseguimento del titolo e quasi 1 su 3 con contratto stabile. E ancora in 8 casi su 10 sono stati aiutati dalla famiglia nella fase di start-up per l’acquisto della terra (65%), per i macchinari (45%) e per la burocrazia di partenza (56%), a dimostrazione che nel settore, soprattutto per i giovani, il ‘credit crunch’ è ancora molto forte. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.