Lavoro: Cia, crisi e maltempo invertono rotta in agricoltura

agricoltura generica6
La crisi, con il suo carico di costi aggiuntivi e burocrazia esasperata, sta affondando migliaia di piccole e medie imprese, proprio quelle che in Italia creano il 60 per cento circa dei nuovi posti di lavoro. La conseguenza è un aumento costante della disoccupazione in tutti i settori produttivi. Anche l’agricoltura, dopo aver resistito per tutto il 2012 (+3,6 per cento) e per i primi mesi del 2013, inverte la rotta positiva dell’occupazione nel settore primario e chiude l’anno con un calo del 4,2 per cento. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, commentando i dati Istat diffusi oggi. In realtà sul risultato complessivo del 2013 hanno influito pesantemente anche le ‘bizze’ del clima, con il maltempo che non ha dato tregua alle campagne, in primavera e poi nell’ultima parte dell’anno. In particolare temporali e nubifragi, con gli allagamenti dei terreni, i campi ridotti in fanghiglia e i danni alle attrezzature – sottolinea la Cia – hanno ostacolato, se non impedito, le grandi campagne di semina autunnali, con una riduzione netta della manodopera agricola, che infatti nell’ultimo trimestre del 2013 è crollata dell’8,4 per cento, con un “boom” negativo al Centro Italia (-24,6 per cento). La piaga della disoccupazione richiede subito un cambio di marcia – sottolinea la Cia – Il governo Renzi deve prendere provvedimenti che, agevolando le Pmi ad esempio dal punto di vista fiscale e contributivo, inneschino nuova occupazione, in primis tra i giovani, visto che i 15-24enni senza lavoro sono arrivati a quota 40 per cento nel 2013, con un picco del 51,6 per cento nel Mezzogiorno.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.