Lavoro: Cia, misure a sostegno Pmi anche agricole

agricoltura generica2Servono subito misure per le imprese e a sostegno dell’occupazione. Tra il record di fallimenti aziendali nel primo trimestre (+12 per cento) e il calo previsto di assunzioni nel secondo (-55mila), e’ sempre piu’ allarme lavoro. Per questo c’e’ bisogno di provvedimenti “ad hoc” da parte del governo che, agevolando le Pmi sotto il profilo dei costi, inneschino nuova occupazione tra i giovani.
Soprattutto in un settore come l’agricoltura che ha gia’ dimostrato di saper creare posti di lavoro con un incremento del 3,6 per cento del numero di assunti nel 2012, in controtendenza rispetto all’andamento generale. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori.
Gli oneri fiscali, la burocrazia elefantiaca e il “credit crunch” sono i tre iceberg che rischiano di affondare le imprese, in particolare quelle giovani a cui le banche sono piu’ restie a concedere prestiti -spiega la Cia-. Quasi una su due (il 48 per cento) rischia di chiudere i battenti entro i primi cinque anni di attivita’. Eppure, proprio le piccole e medie imprese sono le piu’ preziose in chiave occupazionale: l’Ue segnala che quasi il 60 per cento dei nuovi posti di lavoro e’ creato in aziende con meno di 10 addetti. Un assunto ancora piu’ vero in Italia, dove le Pmi rappresentano l’ossatura e il motore del nostro sistema economico e produttivo.
Ecco perche’ ora attendiamo al piu’ presto la proposta del ministro Giovannini, con la possibilita’ della “staffetta generazionale” anche al mondo agricolo -continua la Cia-. Ma non basta: alle aziende servono agevolazioni fiscali e contributive e, soprattutto, una riduzione del costo del lavoro. Basti pensare che nel nostro Paese le aliquote a carico dell’imprenditore agricolo per l’assunzione di manodopera sono pari al 35 per cento circa, contro il 12 per cento del Regno Unito, il 13 per cento della Francia o il 15,8 per cento della Spagna.(AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.