Lavoro: domani commissione, nodi immigrati-voucher agricoli

Sciolti gli ultimi ‘nodi’ la commissione Lavoro di Palazzo Madama si appresta domani (in nottata) a licenziare il Ddl di riforma del mercato del lavoro. Due in particolare gli argomenti sui quali si attende la mediazione del governo: i voucher per le aziende agricole (articolo 11) e l’allungamento del permesso di soggiorno per lavoratori extracomunitari con reddito di 9.000 euro e che beneficiano di ammortizzatori. Manca inoltre ancora il parere della commissione Bilancio su alcuni articoli e tra questi sull’articolo 70 che contiene le coperture della riforma. Per i voucher si starebbe lavorando sulla platea dei soggetti abilitati per aziende oltre i 7mila euro di fatturato (la soglia già prevista dalla legge Biagi). L’idea sarebbe quella di aumentare tale soglia e di consentire l’uso dei voucher solo a pensionati e giovani studenti. Sarebbero così escluse le casalinghe previste invece dalla Biagi. C’é poi la questione dell’articolo 58 del ddl che prevede l’allungamento del periodo in cui ha validità il permesso di soggiorno concesso al lavoratore extracomunitario che beneficia di interventi di ammortizzazione. Sulla portata della norma un chiarimento è stato già chiesto in Commissione dalla Lega. Si prevede infatti un incremento del periodo da 6 a 12 mesi nel caso in cui esista nel nucleo familiare del lavoratore extracomunitario un reddito di 9.000 euro può essere protratta la presenza del lavoratore extracomunitario. Ma si tratta di due problemi superabili – spiegano fonti parlamentari – “problemi non dirimenti”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.