Lavoro, i sindacati scrivono a Fornero sui voucher

Lettera aperta dei segretari generali di Fai, Flai e Uila Augusto Cianfoni, Stefania Crogi e Stefano Mantegazza al ministro del lavoro Elsa Fornero sul tema del lavoro stagionale e delle “pesanti ricadute, su questo segmento di attività che riguarda oltre 1.100.000 lavoratori del settore agroalimentare, di alcune norme contenute nel ddl mercato del lavoro, proposto dal governo e attualmente in discussione al Senato”. Ieri inoltre, in vista alla manifestazione indetta unitariamente per il prossimo 9 maggio a Roma, i tre segretari hanno anche chiesto a Fornero di ricevere una delegazione di manifestanti per illustrare i motivi dello sciopero e le proposte di modifica di Fai-Flai-Uila al decreto lavoro. “Il settore agroalimentare – si legge nella lettera – vive di molteplici fasi stagionali durante le quali lavorano saltuariamente circa un milione di braccianti e oltre centomila alimentaristi. Sono grande parte di quell’esercito “degli ultimi” sui quali con più violenza si è abbattuta la crisi economica. In prevalenza sono donne, molte hanno più di 50 anni. Sono loro, il loro reddito, la loro futura pensione che Le chiediamo di aiutarci a difendere”. “Purtroppo – prosegue la lettera dei sindacati – nel caso delle persone che tuteliamo, il ddl realizza l’obiettivo opposto. L’art. 11 infatti generalizza l’utilizzo dei voucher in agricoltura. Il lavoro occasionale è nella sua accezione “un non lavoro”. Nel settore agricolo, con la normativa vigente, il suo utilizzo dal 2009 al 2011 è aumentato del 458%; non ha intaccato il lavoro nero ma ha ridotto l’occupazione regolare. Se fosse ulteriormente esteso, come previsto nel testo, un milione di persone progressivamente perderebbe diritti contrattuali e tutele assistenziali e pensionistiche”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.