Lavoro: immigrati nei campi sono oltre il 35%, metà da Paesi Est

lavori agricoli
Sono 320.243 gli immigrati che lavorano nei campi italiani, pari al 35,2% dei 909.528 braccianti agricoli complessivi, di cui il 64,8% sono italiani. Èquanto risulta dai dati elaborati dall’osservatorio Uila-Uil sugli elenchi anagrafici Inps 2014, sulla base dei quali sono state analizzate le giornate lavorate dai braccianti, la provenienza e la presenza regionale dei lavoratori italiani e stranieri in agricoltura. La presenza maggiore straniera si concentra al Nord, dove raggiunge quota 253.613, il 57,7% della forza lavoro settentrionale; in testa i rumeni che, complice la crisi nell’edilizia degli ultimi anni, sono 114.856 e che con albanesi (23.889), polacchi (18.947), bulgari (12.383) e macedoni (9.766) compongono più della metà del totale dei braccianti stranieri; ma non mancano le sorprese, perchè tra le prime dieci nazionalità ci sono anche i tedeschi (6.437) braccianti, svizzeri (3.586 ) e francesi (1.305). Dati che quindi sfatano l’immagine comune che vede il bracciante agricolo prevalentemente proveniente dai paesi africani, confermando, al contrario, la forte presenza dei paesi dell’est. Nonostante la Puglia sia la prima destinazione con 40.707 lavoratori, è nel Nord che si registra la concentrazione maggiore; in particolare Emilia Romagna, Trentino Alto Adige e Veneto ne occupano più di 100 mila. Al centro il Lazio è l’unica regione in cui i lavoratori stranieri sono più degli italiani, 20.875 contro 14.871. In termini percentuali il Trentino ha la forza lavoro straniera più alta (77,7% del totale), seguito dal Piemonte con il 63%. I dati sfatano l’immagine comune che vede il bracciante agricolo prevalentemente proveniente dai paesi africani, confermando, al contrario, la forte presenza dei paesi dell’est. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.