Le discoteche plaudono al Vinitaly

«Benvengano le fiere come il Vinitaly e tutte le iniziative dove si può parlare e insegnare la cultura del bere consapevole. L’alcol è un alimento e deve essere trattato come tale. Si tratta di una sostanza affascinante, ma di cui è pericolosissimo abusare».
È questo il commento di Maurizio Pasca, presidente Silb, l’associazione delle imprese di intrattenimento da ballo e di spettacolo aderente a Fipe-Confcommercio in occasione dell’apertura della Fiera di Verona, la più importante rassegna dedicata al mondo dei vini e distillati.
«Noi gestori dei locali serali – prosegue Pasca – siamo i primi a combattere chi ricerca volutamente lo stato di ebbrezza. Un cliente dalla mente annebbiata non è in grado di riconoscere la qualità del servizio e l’incapacità del consumatore di scegliere il divertimento sano da quello effimero rappresenta una sconfitta dell’imprenditore. Per questo motivo ci battiamo per la cultura del saper bere, soprattutto fra i giovanissimi. Infatti, la moda scriteriata del ‘bere per stare male’, più conosciuta come binge drinking, è ricorrente soprattutto in occasione delle movide notturne stradali (famose come ‘botellon’), dei rave-party e delle feste private e non certo nelle discoteche dove i controlli sono serrati».

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.