Le richieste dell’agricoltura al neo ministro Saverio Romano


”Congratulazioni e fattiva collaborazione” arrivano al neo-ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Saverio Romano dalla Cia, confederazione italiana agricoltori. ”E’ importante – sottolinea il presidente Giuseppe Politi in una nota – che vi sia al piu’ presto una reale ripresa del confronto tra ministro e rappresentanze dell’intero sistema agroalimentare che, purtroppo, in questi ultimi tre anni non ha trovato mai un effettivo punto di partenza. Per la Cia, soprattutto a causa della complessa situazione che sta vivendo il settore agricolo, e’ fondamentale la concertazione, con la quale portare avanti scelte condivise che permettano alle imprese di avere certezze e prospettive future”. Tra le priorita’ indicate dalla Cia sul tavolo del neoministro, ”la Conferenza nazionale sull’agricoltura e lo sviluppo rurale da realizzarsi entro il 2011 e da cui dovra’ scaturire una rinnovata politica agraria; una posizione autorevole nel negoziato sulla Pac post 2013, sulla quale c’e’ un documento unitario delle rappresentanze del mondo agricolo, cooperativo e sindacale; interventi mirati e concreti a sostegno delle imprese e, appunto, la concertazione”. ”E’ forte l’esigenza sia di un’azione vigorosa che tuteli e valorizzi il nostro modello di agricoltura – secondo Politi – sia di un nuovo progetto per accrescere le capacita’ concorrenziali delle imprese agricole e delle filiere agroalimentari per valorizzare e difendere il ‘made in Italy”’.
Anche la Copagri, Confederazione dei produttori agricoli, rivolge i ”migliori auguri” al neoministro delle politiche agricole, Francesco Saverio Romano, ricordando in una nota ”le sfide che attendono il mondo agricolo”. Offrendo ”piena disponibilita’ per una fattiva e costruttiva collaborazione”, Copagri auspica in una nota il rilancio della concertazione del ‘tavolo verde’ e del ‘tavolo agroalimentare’, sottolineando la necessita’ del ”sostegno concreto” del Governo per avviare le misure di rilancio del settore.
Auguri di buon lavoro sono arrivati anche dal presidente di Confagricoltura, Federico Vecchioni, che ha ringraziato gli sforzi fatti dal predecessore Giancarlo Galan e ha sottolineato come quello che attende ora Saverio Romano è un compito “non facile”. Al riguardo si è detto però certo che il neo titolare del Mipaaf saprà “muoversi con competenza e con grande impegno”.
Polemica infine la nota di Slow Food che lamenta la mancanza di continuità che ha caratterizzato negli ultimi anni il Ministero dell’Agricoltura. ”Dopo Zaia e dopo Galan, ricominciamo da zero; a meta’ dell’operazione il chirurgo cambia”, ha commentato il presidente di Slow Food Roberto Burdese, specificando che ”è’ il metodo che non va bene in un settore che e’ strategico per l’Italia e che puo’ ancora offrire posti di lavoro. Nei governi cosi’ come nelle regioni, l’agricoltura e’ sempre l’ultima ruota del carro, un ultimo puntello che oltretutto viene in questo momento di cambiamento della Pac e delle regole sulle barriere Wto”. In particolare sul ministro Romano, ha concluso il presidente di Slow Food, osservando che ”dal suo curriculum non risulta che sappia nulla di agricoltura; lo vedremo lavorare sui fatti”. (ANSA).

2 Commenti in “Le richieste dell’agricoltura al neo ministro Saverio Romano”

Trackbacks

  1. Agricoltura, Saverio Romano il nuovo ministro (con qualche problemino) | Indipedia – Indipendenti nella rete
  2. Ecologia online gratis - Agricoltura, Saverio Romano il nuovo ministro (con qualche problemino)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.