Le varietà di frumento duro Sis per la filiera Ghigi

IMG_2747 zak
I frumenti duri SIS in prima linea nel progetto di pasta con grano 100% italiano del pastificio Ghigi. Nell’ambito del progetto di rilancio dello storico pastificio romagnolo da parte della società CAI-Consorzi agrari d’Italia vengono proposti agli agricoltori contratti di coltivazione che vedono SIS- Società Italiana Sementi presente con alcune sue varietà di frumento duro tra le più apprezzate dal mercato: Cesare, Marco Aurelio e Massimo Meridio, distribuite da 4 Consorzi agrari: Cap Emilia, Cap Piacenza, Consorzio agrario Adriatico e Consorzio della Maremma toscana. In particolare la varietà Cesare sarà distribuita esclusivamente dalla rete dei Consorzi agrari italiani.
“Ghigi ha scelto di utilizzare grano coltivato esclusivamente in Italia per valorizzare il rapporto diretto con gli agricoltori del territorio”, dice Gabriele Cristofori, presidente SIS. “Questa filosofia permette di garantire ai consumatori un prodotto finale sicuro perchè, oltre ad essere controllato ogni giorno nei laboratori del pastificio, per ogni pacco di pasta che produciamo sappiamo da quale agricoltore ed in quale campo è stato coltivato il grano utilizzato e quali sementi sono state utilizzate”.
La rinascita di Ghigi è avvenuta nel segno della filiera corta e controllata, perseguendo una forte integrazione verticale. Questa filosofia, aggiunge Cristofori, “permette di raggiungere molti obiettivi qualificanti: garanzia di un prodotto realizzato al 100% con grano italiano; garanzia di un prodotto tracciato dal campo alla tavola; garanzia di alta qualità; ridotto impatto ambientale; ritorno economico per le imprese agricole e valorizzazione delle produzioni locali”.
L’utilizzo di sementi certificate SIS, distribuite in esclusiva dalla rete dei Consorzi agrari, frutto di ricerca tutta made in Italy da parte di una società sementiera di proprietà degli agricoltori italiani, “è la chiusura ideale del circolo virtuoso progettato con la filiera Ghigi: varietà di grano duro selezionate per i loro contenuti di colore e proteine, per produrre frumenti di alta qualità in grado di garantire un adeguato ritorno economico alle imprese coltivatrici attraverso specifici contratti di coltivazione al raggiungimento di determinate soglie qualitative”, conclude Cristofori.
Il fattore che maggiormente condiziona la qualità della pasta è il grano con cui viene prodotta. La sicurezza dell’eccellente qualità della pasta Ghigi sta nella filosofia alla base della filiera: costante controllo del grano 100% italiano utilizzato, nel rispetto dell’ambiente e dei processi produttivi. Lo sviluppo di una filiera di questo tipo permette di incentivare la coltivazione del grano duro in Italia sia dal punto di vista delle superfici coltivate e delle quantità prodotte, attualmente insufficienti, che di un miglioramento in termini di qualità del prodotto. La filiera Ghigi è nata sotto l’insegna dell’eco-sostenibilità, in cui l’utilizzo di grano 100% italiano consente un drastico abbattimento delle emissioni di Co2 lungo tutto il ciclo produttivo. Il contratto di coltivazione Ghigi assicura la tracciabilità di tutto il grano dal campo alla tavola, con il controllo dal seme al concime, al diserbo , fino allo stoccaggio e insilaggio gestito dai Consorzi agrari. Lo stesso ritiro del prodotto avviene con macchine certificate no-Ogm.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.