Lebbra dell’olivo: in Puglia danni per 53 milioni di euro

Ammonta a 53 milioni di euro il danno economico provocato in Puglia dalla cosiddetta ‘lebbra dell’olivo’, un parassita che provoca una scarsa qualita’ dell’olio prodotto. Lo rende noto l’assessore alle Risorse Agricole della Regione Puglia, Dario Stefano, che ieri ha proposto alla giunta regionale la delibera, poi approvata, con la quale e’ stato chiesto al ministero delle Politiche agricole interventi urgenti per far fronte alla situazione. Solo nelle province di Lecce e Brindisi dove esiste la maggiore concentrazione di ulivi secolari, la superficie interessate e’ di circa 152.000 ettari. ”I cambiamenti climatici cui stiamo assistendo, come l’aumento delle temperature e delle piogge autunnali, ma anche gli eventi calamitosi sempre piu’ frequenti, – spiega Stefano – hanno consentito la diffusione anomala e invasiva della lebbra dell’olivo”. ”Gli oli ottenuti dalla lavorazione di partite di olive infette – sottolinea Stefano – hanno raggiunto livelli di elevata acidita’, anche fino a 12 – 13 gradi e, nei casi di attacco massiccio della ‘lebbra’ addirittura superiori. La scarsa qualita’ del prodotto e il conseguente deprezzamento dell’olio, hanno determinato un cospicuo danno economico stimato in oltre 53 milioni di euro, che in termini relativi ha rappresentato una diminuzione di entrate per le imprese agricole pari al 37,72% rispetto alle medie del triennio precedente”. ”Si e’ reso, quindi, necessario e urgente – conclude Stefa’no – adottare questo provvedimento di richiesta di aiuti straordinari al ministero delle Politiche Agricole per attenuare lo stato di prostrazione delle aziende agricole, peraltro gia’ provate dagli effetti della perdurante crisi economica, che nei territori di Brindisi e Lecce operano nel comparto oleario e che sono state pesantemente penalizzate dagli attacchi della ‘lebbra dell’olivo”’. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.