Lega Pesca: convocare subito la Conferenza Stato-Regioni


Convocare una conferenza Stato-Regioni per far uscire la filiera ittica dalla crisi. E’ quanto chiede la Lega Pesca in una lettera inviata al ministro delle Politiche agricole Saverio Romano, al presidente della Conferenza Stato-Regioni Raffaele Fitto, al presidente della Conferenza delle Regioni e Province autonome Vasco Errani e al coordinatore della Commissione Politiche agricole Conferenza delle Regioni, Dario Stefano. Secondo l’associazione, un primo passo potrebbe essere la dichiarazione dello stato di crisi del settore, un segnale che potrebbe confermare la cassa integrazione, visto che negli ultimi 5 anni il settore ha registrato un calo della produttività del 41%, una riduzione del fatturato del 25%, un crollo occupazionale di 17mila posti di lavoro (passando da 46mila a 29mila). A questo, ricorda la Lega Pesca, si aggiunge l’incremento del 64% dei prezzi del carburante registrato dal 2005 al 2011, con punte in alcune marinerie del 90% come a Lampedusa. Male anche sul fronte della produzione, dove sono diminuiti prezzi, catture e consumi. Motivi economici che attanagliano il settore, ma anche ambientali legati al sovrasfruttamento delle risorse; per il ripopolamento degli stock, secondo la Lega Pesca, occorrerebbe ottimizzare l’azione del fermo pesca ipotizzando, così come prevede il Piano di gestione nazionale, un periodo di fermo pesca straordinario da calendarizzare subito dopo il periodo pasquale.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.