Legambiente lancia allarme pesticidi in E-R. Usati anche in aree urbane

giardinoArriva da Legambiente Emilia-Romagna l’allerta per i pesticidi nelle acque della regione. Secondo uno studio condotto dall’associazione ambientalista i veleni vengono usati non solo in agricoltura ma anche in aree urbane e nel 60% delle analisi, si rileva presenza di fitosanitari, con picchi rilevati anche molto elevati. In base ai dati raccolti nel dossier ‘Pesticidi in Emilia-Romagna’, 65 sono i diversi principi chimici rilevati nelle analisi mentre è dell’80% è la percentuale dei punti monitorati che evidenziano la presenza di pesticidi. Di fronte a un quadro del genere, spiega Legambiente in una nota “urge un cambio forte nelle politiche sull’uso dei pesticidi in Emilia Romagna e nel bacino padano ed una veloce trasformazione a pratiche agricole meno impattanti”. A giudizio dell’associazione, inoltre, “l’uso di queste sostanze non si limita al solo comparto agricolo ma se ne fa spesso abuso anche in aree urbane: i fitofarmaci, sostanze spesso molto dannose anche per l’uomo, si ritrovano in modo generalizzato e spesso massiccio nelle acque superficiali della regione, con un numero elevato di sostanze contemporaneamente”. Elaborando i dati del 2014, osserva Legambiente emerge “una situazione allarmante: si rintracciano presenze di pesticidi nella maggior parte dei campioni di acque superficiali analizzati, numerosi sono i superamenti dei limiti di legge e delle soglie cautelative, si riscontra la presenza di più principi attivi contemporaneamente” che da vita a una sorta di “effetto cocktail”. Quanto ai superamenti del limite di legge per quanto riguarda la media annua di concentrazione di pesticidi totali questi si riscontrano nel bacino del Secchia, nel Modenese e in quello della Burana navigabile, nel Ferrarese e anomalie si rilevano nel bacino Po di Volano, sempre nel Ferrarese, nel bacino del Reno, nel Bolognese e nel Ravennate e in quello dell’Uso, nel Riminese. Al fine di limitare l’inquinamento da questi prodotti, Legambiente chiede, l’istituzione di “un report annuale per tenere monitorata la condizione delle acque e l’uso agricolo dei pesticidi; che le sostanze più dannose vengano bandite in agricoltura; che si attuino politiche di riduzione dei pesticidi in aree urbane, arrivando alla completa eliminazione dei diserbanti; che l’agricoltura biologica e di qualità venga aiutata sia sul versante degli incentivi economici che su quello normativo”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.