L’emergenza lavoro adesso tocca anche l’agricoltura: persi 90 mila posti

lavori agricoli
L’agricoltura perde 90mila occupati e fa registrare uno dei cali piu’ pesanti tra i diversi settori con una riduzione del 10,1 per cento, anche per effetto del maltempo con un andamento climatico disastroso che ha provocato danni superiori al miliardo alle coltivazioni. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sull’occupazione, in riferimento ai dati diffusi oggi dall’Istat. Sul risultato pesa dunque l’andamento stagionale primaverile sfavorevole con pioggia continua che ha ostacolato il normale svolgimento delle semine mentre l’inizio dell’estate è stato segnato da violente tempeste. La forte riduzione del numero degli occupati è il risultato – continua l’organizzazione agricola – di un calo sia nei lavoratori dipendenti (-9,4 per cento) che in quelli indipendenti (-10,7 per cento) e riguarda si il nord Italia (-14,8 per cento) che il sud (-11,3 per cento) ma non le regioni del centro che al contrario crescono (+8,7 per cento). Prospettive migliori – conclude la Coldiretti – si hanno per il terzo trimestre con lo svolgimento elle campagne di raccolta della frutta e per la vendemmia. Riguardo ai dati Istat oggi sull’inflazione ad agosto, secondo la Coldiretti ”è deflazione nel piatto degli italiani per effetto della crisi che fa crollare i consumi e taglia addirittura i prezzi dei prodotti alimentari che mostrano in generale un andamento negativo (-0,1 per cento) con punte del – 6,5 per cento per i vegetali freschi sul piano congiunturale”. Diminuzioni congiunturali nel carrello della spesa – segnala la Coldiretti – si registrano anche per la frutta fresca (-2,1%) mentre aumenti molto contenuti fanno segnare il pesce fresco di mare (+0,6%), carne suina (+0,3 per cento), latte fresco (+0,2 per cento), burro (+0,7%) e i vini (+0,4 per cento). Il calo dell’inflazione per i prodotti alimentari – osserva l’organizzazione – è dovuto non soltanto alla riduzione delle quantità acquistate, ma anche al diverso modo di fare la spesa degli italiani. Si evidenziano gli effetti di una crisi che ha costretto 7 italiani su 10 a tagliare le spese per l’alimentazione.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.