Liberalizzazioni: Catania, nuovo fondo di credito per le imprese

Il decreto liberalizzazioni contiene un nuovo strumento per l’accesso al credito delle imprese agricole, il cui meccanismo è stato illustrato dallo stesso ministro delle Politiche agricole, Mario Catania, in occasione di un convegno sul credito in agricoltura. Realizzato da Ismea, il nuovo Fondo credito si va ad aggiungere al Fondo di garanzia a prima richiesta e al Fondo di garanzia sussidiaria ed è stato pensato per far funzionare meglio soprattutto le misure per gli investimenti nell’ambito dei Piani di sviluppo rurale (Psr), dove una parte delle risorse è a carico dell’imprenditore. “Il meccanismo – ha detto Catania – prevede di far convogliare nel Fondo credito risorse pubbliche, in particolare quelle delle Regioni per gli investimenti, metterle a disposizione del sistema bancario, in modo tale che l’imprenditore possa direttamente chiudere tutta l’operazione presso la banca, ossia la sua linea di credito e l’accesso alla disponibilità di parte pubblica”. Per Catania “questo sistema consente alla banca, avendo la garanzia della parte pubblica presso di sé, di praticare anche una situazione preferenziale nella concessione della sua componente di credito all’imprenditore”. In questo caso, infatti, ha concluso il ministro “la banca sa che l’operazione ha una componente pubblica coperta e questo fa sì che possa applicare un tasso di interesse inferiore anche per la parte messa a disposizione per l’imprenditore”. (ANSA)

2 Commenti in “Liberalizzazioni: Catania, nuovo fondo di credito per le imprese”

  • lucio scritto il 29 febbraio 2012 ammercoledìWednesdayEurope/Rome 11:57

    Per quando riguarda il fotovoltaico a terra prima di bloccare tutto dovete salvaguardare anche chi ha già investito non solo facendo la domanda di autorizzazione per il fotovoltaico al comune o alla provincia ma chi aveva fatto domanda di incentivazione enel!!

  • nunzio scritto il 3 marzo 2012 amsabatoSaturdayEurope/Rome 11:47

    come mai le serre fotovoltaiche che sono sicuramente un veicolo per le azienda agricole per produrre reddito nel maxiemendamento sono state escluse ed il ministro Catania non ha fatto nulla per impedire che ciò accadesse mentre nel decreto liberalizzazioni era previsto tutt’altra cosa chi mi può dare una spiegazione seria?

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.