Liberalizzazioni: Ministro Catania, la Gdo smetta la resistenza


“Mi auguro che la grande distribuzione organizzata cessi la resistenza che ha posto in atto in questi giorni contro l’articolo 62, io comunque la Gdo non la mollo”. Lo ha detto il ministro delle Politiche agricole Mario Catania, a proposito delle norme contenute nel decreto liberalizzazioni che introducono nuove regole nei rapporti commerciali della filiera agroalimentare. “Nell’ultimo incontro avuto con i rappresentanti della Gdo – ha detto il ministro a margine dell’inaugurazione del salone della nautica Big Blu – ho fatto loro capire che non è più tempo di difendere rendite di posizione, devono contribuire allo sviluppo del paese in un momento difficile come questo; la Gdo – ha continuato Catania – ha ricevuto molto nell’ambito delle misure di liberalizzazione attuate da questo governo, mi riferisco agli orari di apertura degli esercizi commerciali, devono quindi essere costruttive e in particolare per l’ortofrutta”. Un messaggio, secondo Catania, che la Gdo dovrebbe aver capito. “C’é un tavolo tecnico presso il mio ministero – ha aggiunto Catania – fino alla prossima estate e voglio che si evitino quelle frizioni e quei comportamenti che hanno portato alla grave crisi della commercializzazione dell’ortofrutta. “L’articolo 62 è una battaglia che considererò vinta solo quando diventerà legge – ha concluso il ministro – è un intervento con cui portiamo trasparenza su tutta la filiera alimentare importante anche per evitare l’evasione fiscale da parte degli operatori”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.