Liguria: presto filiera corta nelle mense

Favorire la ‘filiera corta’, la vendita e il consumo di prodotti ragionali e stagionali non solo nei punti vendita ma anche nelle mense scolastiche e ospedaliere e nella ristorazione. Per favorire l’incontro fra agricoltori e queste realta’ e privilegiare ortaggi freschi, frutta di stagione, vini, miele, formaggi, olio extravergine di oliva, paste, insaccati e tante altre specialita’ liguri, la Regione Liguria ha pronto un progetto ad hoc che sara’ il principale obiettivo di una legge che la Regione Liguria punta a varare entro la fine dell’anno. Lo ha reso noto l’assessore all’Agricoltura Giovanni Barbagallo nel corso della firma per la costituzione del Tavolo Verde che nel corso di tutta la legislatura affrontera’ tutti i problemi del comparto insieme con le associazioni professionali di categoria e, per la prima volta, anche quelle della cooperazione sociale. L’intesa oltre a CIA Liguria, Coldiretti e Confagricoltura Liguria e’ stata sottoscritta anche da Lega Cooperative Liguria, Confcooperative Liguria e UNCI Liguria. ”La legge regionale sulla ‘filiera corta’, che iniziera’ il suo iter in autunno, puntera’ a sviluppare l’approvigionamento di prodotti freschi e di qualita’ del territorio da parte della ristorazione collettiva di scuole, ospedali, strutture assistenziali coinvolgendo anche gli operatori commerciali, ristoranti e trattorie che vorranno cogliere le opportunita’ offerte da una cucina a chilometri-zero” spiega Barbagallo. L’obiettivo e’ offrire agli studenti, ai malati, ai cittadini e ai turisti i piatti tipici della tradizione alimentare ligure, spesso dimenticati, con prodotti di qualita’ di cui si conosce la provenienza, le qualita’ specifiche, il medoto di coltivazione, i valori nutrizionali. Dalla riunione costitutive del Tavolo Verde, che aprira’ un confronto con altri assessorati della Regione Liguria, sono arrivate buone notizie anche sul nuovo Programma di Sviluppo Rurale UE 20013-2020. ”Un primo documento approvato dal parlamento Europeo – ha detto Barbagallo – riconferma la linea di sostegni del Piano attualmente in vigore. La cosa ci fa ben sperare per i successivi passaggi”, ha affermato l’assessore. Il piano finanziario del PSR ligure prevede la realizzazione di investimenti e altre attivita’, nel periodo 2007-2013, per un volume complessivo di investimenti pari a 441 milioni di euro. Il contributo pubblico totale ammonta a 276 milioni, di cui 106 a carico dell’Unione Europea, 120 del Governo nazionale e 50 della Regione Liguria. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.