L’itinerario della civiltà cooperativa, nuova idea di viaggio

Un nuovo modo per girare l’Europa, seguendo le orme della civiltà della cooperazione. Una proposta turistica indubbiamente “diversa” dal solito che metterà in rete cooperative di tutto il Vecchio Continente. Sono queste, in estrema sintesi, le caratteristiche peculiari de l’Itinerario culturale della civiltà cooperativa, che presentato in anteprima europea a Firenze. Un nuovo progetto che coinvolgerà ostelli, case per le vacanze, alberghi, musei, biblioteche, teatri, ma anche plessi produttivi di rilevanza storica, con una caratteristica comune: essere gestiti in forma cooperativa. Così cooperative italiane, estoni, maltesi, spagnole, russe e tedesche si uniranno per poter offrire al visitatore un tour simile a un’esperienza di vita, perché si potranno visitare i luoghi dove, ad esempio, si produce il latte bevuto dalle famiglie tutte le mattine, assistere alla raccolta delle mele che arrivano sulle nostre tavole o scoprire come sono coltivati molti altri prodotti alimentari e realizzati tantissimi articoli di ceramica e di vasellame nelle nostre case. Un mondo tutto da scoprire, affascinante nella sua utilità, senza i lustrini del turismo di massa, ma non per questo meno confortevole: molte strutture ricettive amministrate attraverso una cooperativa raggiungono standard qualitativi elevatissimi secondo i più importanti tour operator e riviste di settore. L’Itinerario della civiltà cooperativa, che in Italia sarà seguito dal neonato Settore Turismo dell’Alleanza delle Cooperative Italiane (Agci Culturalia, FederCultura Turismo Sport Confcooperative, Legacoop Turismo). Il tour nasce in un anno oltremodo importante per il movimento cooperativo: l’Onu ha proclamato il 2012 Anno Internazionale delle Cooperative. Un riconoscimento al ruolo, economico e sociale, di questa peculiare forma d’impresa che ha nel suo dna la caratteristica di anteporre l’occupazione al profitto, tanto che è diventato un motto della cooperazione “un utile in meno, un occupato in più”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.