Lo stile della Sicilia si impone al Vinitaly 2010

Attrattivo come sempre il Padiglione della Regione Siciliana al Vinitaly ,soprattutto per la suggestiva tavolozza di colori richiamante il cielo, il sole, il mare ed i territori di questa splendida isola. All’interno una sapiente e misurata concezione estetica basata su spazi e colori creavano uno “sti-le” tutto particolare, adeguato alla cortese professionalità dei produttori ed al raffinato livello qualitativo di vini, olii , formaggi, dolci e delle altre peculiarità in degustazione.Ma soprattutto due importanti eventi a livello rappresentativo e scientifico si sono imposti all’attenzione dei qualificati giornalisti, opinion-leaders ed enogastronomi invitati, provenienti da varie regioni d’Italia. Il tema:
“Un Viaggio tra l’azzurro del mare”La sera di venerdì 9 aprile si è tenuta a Palazzo Verità – Poeta , nel cuore del centro storico di Verona , la Cena di Gala .L’ambiente di questa antica residenza d’epoca è preziosamente elegante , ma senza ridondanze. Salito lo scalone, nella prima sala il benvenuto era dato da “assaggi di Sicilia su trasparenze, luc-ciole e chiari di luce”, tra “suoni e colori mediterranei”. Esatto: Un tripudio di colori, sapori e sentori offerto da gamberoni, polpi, tonno rosso, seppie, sgombri, sarde, acciughe, pesce spada , presentati in purissima freschezza di crudità, marinati, pastellati e, naturalmente, “a scape-ce” e a “a beccaficu”, Difficilissimo per gli invitati lasciare questo stupefacente momento iniziale per accomodarsi al tavolo nel Salone delle Feste. Non pochi hanno esplicitato il ricordo che tutto ciò offriva delle nobili, storiche famiglie siciliane e delle loro antiche residenze tuttora in essere: in poche parole lo “stile”, cioè l’eleganza, la cultura e la sostanza delle cose senza esibizioni e sfarzi eccessivi.Ci vorrebbero più pagine per descrivere con, appunto, quanto “Stile” i sapienti cuochi ed i cordiali e professionali maitres e sommeliers ci hanno presentato una sequenza amplissima e di assoluta gradevolezza, dagli antipasti- caponata di razza, ricci di mare, prosciutto di tonno, gamberi , con Etna bianco – passando per i primi – cous-cous con pistacchi, zuppa di astice, pasta al nero di seppia, con Inzolia e Chardonnay – fino ai secondi – tagliata di tonno e poi ricciola, con Nero d’Avola ed un uvaggio bordolese dell’isola. Nelle sale di mezzo i vini da meditazione: una “verticale” di Marsala, poi Malvasia delle Lipari, Passito di Pantelleria, liquori e distillati di Sicilia. Nel salone degli affreschi un altro tripudio; quello dei dessert: cannoli, cassate con ricette antiche e moderne, “biancomangiare”, pasticci-ni di mandorla, crema con pistacchio di Bronte ed il trionfo dei grandi cioccolati della Regione. Delizia tra le delizie la giornalista Tessa Gelisio , realizzatrice e testimonial del “Viaggio tra l’azzurro del mare”.
Ma quest’evento non poteva essere completo senza la presenza di Gaetano Basile , scrittore, auto-re e giornalista enogastronomico.
Da fine narratore e ricercatore appassionato qual’è ha commentato la cena per i convitati in ma-niera sapiente, arguta, e mai invadente; un’altra lezione di stile.
Sabato al Vinitaly, presso lo stand Regionale dell’Istituto della Vite e del Vino, si è tenuta la Conferenza sul progetto di promozione e valorizzazione del pesce azzurro di Sicilia : un per-corso tra le più importanti marinerie della Regione interessate a questo tipo di pesca. Molte le realtà produttive ittiche delle marinerie siciliane particolarmente vocate alla pesca del pesce azzurro: Sciacca, Portopalo e Trapani
Sono Interve-nuti :
Dott. Giambattista Bufardeci – Assessore alla Cooperazione, Commercio, Artigianato e Pesca del-la Regione Sicilia
Prof. Giorgio Calabrese – Nutrizionista di fama internazionale – Presidente dell’ONAV
Dott. Dario Caltabellotta – Direttore dell’Istituto della Vite e del Vino della Regione Sicilia
Dott. Gianmaria Sparma – Dirigente Generale del dipartimento Regionale della Pesca
A conclusione una piacevole degustazione di alcuni piatti tipici a base di pesce azzurro ab-binati ai “grandi” vini rossi di Sicilia

2 Commenti in “Lo stile della Sicilia si impone al Vinitaly 2010”

  • francesco dominici scritto il 15 aprile 2010 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 16:55

    cosa si puo scrivere della sicilia che l’isola del sole del mare piu bello del mondo l’isola del vento il cielo spledido, poi non parlamo di dolci dei colori naturale e l’isola dove si produce il vino piu bello  del pianeta,isuo monumenti la cultura la sua linqua  gia parlata primadi dante alighiere  nel 1250 insomma e LA SICILIA  TERRA  AMARA  DA  AMARE………………..

Trackbacks

  1. Al Vinitalty 2010 Sicilia come padrona | News Italia

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.